Canada. Un incendio ha quasi distrutto Lytton, il paese dove era stato segnato il record di caldo

Dopo aver raggiunto la temperatura record di 49,5 gradi centigradi, la cittadina canadese di Lytton è stata colpita da un devastante incendio.

Negli ultimi giorni da un capo all’altro del Pianeta è rimbalzato il nome di Lytton, villaggio canadese da circa 250 abitanti nella regione di Vancouver. Lì infatti nella giornata di martedì 29 giugno è stata toccata la temperatura di 49,5 gradi, la più alta in assoluto nella storia del Canada, chiara manifestazione di una cupola di calore che ha provocato la morte di quasi 500 persone. Di Lytton, d’ora in avanti, “non resterà molto”. Sono le parole del sindaco Jan Polderman, interpellato dalla Bbc a poche ore da un devastante incendio che ha quasi completamente distrutto la cittadina.

La Bbc cerca di ricostruire la vicenda, testimoniata da diversi video che circolano in queste ore sui social media. Nella giornata di mercoledì 30 giugno il paese è stato avvolto dal fumo e gli abitanti sono scappati in fretta e furia a bordo delle loro auto.

L’incendio era divampato più a sud ma in serata è stato propagato dal forte vento, guadagnando vigore e rapidità a causa del meteo eccezionalmente caldo e secco. Le informazioni in arrivo sono ancora parziali, ma sembra che ci siano stati alcuni feriti e che case e infrastrutture siano andare distrutte. Gli sfollati sono stati ospitati dalle comunità vicine.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati