Epson inventa le stampanti con serbatoi ricaricabili, e in più tutela l’Amazzonia

Epson ha aderito a “Foreste in Piedi” tramite l’operazione One like One Forest, contribuendo alla protezione della foresta amazzonica in Brasile.

La filiale italiana di Epson, uno dei principiali produttori di stampanti nel mondo, ha aderito per 5 anni al progetto Foreste in Piedi di LifeGate, con l’iniziativa One Like, One Forest, legandola alle sue stampanti EcoTank: ogni “like” sulla pagina Facebook dell’azienda contribuirà a salvaguardare un metro quadrato di foresta amazzonica, il polmone naturale della Terra.

11mila pagine, 11mila like, 11mila metri quadri tutelati

L’obiettivo è raggiungere gli 11mila fan, tanti quante sono le pagine che è possibile stampare con alcuni modelli Epson EcoTank, dotati di serbatoi ricaricabili che eliminano le tradizionali cartucce. Se raggiunto, l’obiettivo degli 11mila “mi piace”, si tradurrà in 11mila metri quadri di foresta amazzonica messa sotto tutela.

riempimento Epson EcoTank
Il riempimento di un serbatoio EcoTank © Epson

Con i modelli EcoTank si riducono i costi di stampa del 74% rispettando l’ambiente, poiché una ricarica basta per stampare l’equivalente di 84 cartucce, con una conseguente forte riduzione dell’uso di materie prime, dei rifiuti da smaltire e dei trasporti correlati.

 

Cos’è Foreste in Piedi

Il progetto Foreste in Piedi coinvolge 27 famiglie della comunità locale di San Pedro (Brasile) in attività di monitoraggio e vigilanza, di mappatura delle risorse forestali, di sensibilizzazione, di educazione ambientale ed è in linea con l’attenzione che l’azienda giapponese ha verso le tematiche ambientali.

 

 

Volete provare anche voi? Basta cliccare “mi piace” sulla pagina Facebook dell’azienda e si vedrà man mano colorarsi la mappa dell’area di foresta amazzonica messa sotto tutela.

Articoli correlati