Grohe azzera le emissioni della produzione e si fa portavoce del movimento plastic free

Produrre in modo più sostenibile e promuovere uno stile di vita consapevole. È la duplice sfida di Grohe, leader nelle soluzioni complete per il bagno e nei sistemi per la cucina.

Ridurre l’impatto climatico e ambientale dei propri prodotti e processi e, al tempo stesso, incoraggiare  i consumatori a scegliere l’acqua di rubinetto, evitando gli sprechi connessi all’uso delle bottiglie in plastica. È la duplice sfida di Grohe, leader globale di soluzioni complete per il bagno e sistemi per la cucina. A raccontarla è Donato Pasquale,  Leader South Europe, Lixil Emena.

Quali sono i pilastri della politica di sostenibilità di Grohe?
La sostenibilità è uno dei pilastri della filosofia di Grohe accanto a qualità, tecnologia e design. Adottiamo un impegno sostenibile a 360 gradi che coinvolge i nostri impiegati, fornitori, clienti, processi e prodotti. Di recente abbiamo ottenuto due premi: il German sustainability award nel campo della trasformazione “risorse” e il prestigioso riconoscimento internazionale come uno tra i brand “50 Sustainability & climate leaders”.

Siamo molto orgogliosi di annunciare che GROHE fa parte dell'iniziativa globale "50 Sustainability & Climate Leaders". In qualità di pionieri nel settore idrosanitario, guidiamo la trasformazione della sostenibilità sulla base dei 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Stiamo lavorando attivamente per proteggere il nostro pianeta e le sue preziose risorse implementando tecnologie innovative come GROHE EcoJoy: il consumo idrico si riduce fino al 50% senza compromettere le prestazioni. A riprova dei risultati raggiunti, siamo stati appena premiati, con doppio riconoscimento, per l'impegno ecologico e sociale in occasione della più importante premiazione europea: GROHE ha vinto il German Sustainability Award 2021 nella categoria "Risorse" come brand e nella categoria "Design" per l’innovativo sistema di filtrazione dell’acqua GROHE Blue. Un ottimo risultato raggiunto con dedizione e un incredibile lavoro di squadra! Ecco un estratto in anteprima del nuovo Video Documentario sulla Sostenibilità in GROHE, presto disponibile sul nostro canale Youtube. Stay tuned… 😉#sostenibilità # 50climateleaders #shapingthefutureofwater #video

Posted by GROHE on Monday, December 7, 2020

In materia di sviluppo sostenibile Grohe segue i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite attraverso il triplice obiettivo di “evitare, ridurre, compensare” per aumentare l’efficienza energetica ogni anno con i propri mezzi, riducendo così la quota di compensazione. Da quando abbiamo lanciato il nostro programma di sostenibilità nel 2014, abbiamo aumentato del 24 per cento l’efficienza energetica e ridotto del 40 per cento le emissioni di gas serra, superando del 20 per cento gli obiettivi 2021 in materia di sostenibilità ambientale.

Grohe nel 2020 ha reso carbon neutral la sua produzione. Quali azioni concrete hanno permesso di raggiungere questo risultato?
Con l’iniziativa “Grohe goes Zero” lanciata nel 2019 abbiamo installato nei nostri stabilimenti impianti di cogenerazione di energia termica ed elettrica, montato pannelli solari su tutte le fabbriche e implementato illuminazione intelligente ed energia verde. Queste misure ci hanno consentito di diventare completamente CO2 neutral anche se restano ancora alcune inevitabili emissioni da compensare. Abbiamo deciso così di sostenere due progetti: il primo nel nord dell’India, finalizzato alla generazione di energia pulita attraverso l’acqua, e un secondo in Malawi, volto a garantire acqua potabile e sicura grazie alla riparazione e manutenzione di pozzi trivellati.

Donato Pasquale, Grohe
Donato Pasquale, Leader South Europe, Lixil Emena © Grohe

Avete notato un’evoluzione della sensibilità dei clienti? A quali tematiche sono più attenti?
Fino a una decina di anni fa, il tema dell’inquinamento da plastica era poco sentito e gli italiani mostravano ancora una forte resistenza all’idea di bere acqua di rubinetto. Negli ultimi anni invece stiamo assistendo a una rivoluzione con il rafforzamento del movimento plastic free. Le bottigliette di acqua sono il rifiuto plastico abbandonato più presente nelle spiagge e nelle città: l’unica soluzione per limitare il problema è diminuire drasticamente i consumi.

Proprio in questo filone si inserisce l’avvio di due partnership. A livello internazionale collaboriamo con Pacific garbage screening, organizzazione no profit impegnata nello sviluppo di una piattaforma galleggiante per la raccolta di rifiuti plastici nei fiumi. In Italia invece abbiamo avviato una collaborazione con LifeGate al Porto antico di Genova in occasione del Salone nautico del Mediterraneo nel 2019. Tramite l’installazione di un dispositivo LifeGate PlasticLess, ad oggi sono stati raccolti più di 180 kg di rifiuti plastici.

L'installazione di un Seabin del progetto LifeGate PlasticLess al porto antico di Genova grazie alla partecipazione di Grohe
L’installazione del cestino Seabin al Porto antico di Genova grazie alla partecipazione di Grohe al progetto LifeGate PlasticLess © Alba Russo/LifeGate

Uno dei vostri sistemi più innovativi è Grohe Blue Home. Quali sono i suoi elementi distintivi?
Grohe Blue Home è il sistema di filtrazione domestico due in uno che permette di erogare dallo stesso rubinetto acqua corrente miscelata e acqua fresca filtrata naturale, leggermente frizzante o frizzante. Composto da refrigeratore, filtro e bombola CO2, il sistema è molto compatto e può essere installato in qualsiasi spazio della cucina, sotto il lavello o entro un raggio di quattro metri, senza bisogno di ristrutturazioni o interventi invasivi.

La famiglia Grohe Blue include anche Grohe Blue Professional, per uffici o famiglie numerose, e Grohe Blue Pure, che eroga acqua filtrata naturale a temperatura ambiente. Cuore del processo di trattamento dell’acqua sono i filtri Grohe, tra cui il filtro a cinque stadi che permette di rimuovere anche le particelle più fini, riduce il residuo fisso e diminuisce il calcare senza intaccare le sostanze essenziali. In aggiunta a questi benefici, il filtro Magnesium + Zinco arricchisce l’acqua anche di magnesio e di zinco, migliorandone il gusto e apportando benefici per la salute.

Grohe Blue rappresenta una scelta pratica, intelligente e consapevole, perché riduce l’impatto ambientale derivante dalla produzione, dal trasporto e soprattutto dallo smaltimento delle bottiglie dell’acqua. Per questi motivi si è appena aggiudicato il German Sustainability Award 2021.

Qual è stata l’accoglienza da parte dei consumatori?
La sensibilità sul tema plastic free si è tradotta in un crescente interesse per i nostri sistemi di filtrazione Grohe Blue sia in abitazioni private che in ambito commerciale e uffici. Crediamo che non si tratti tanto di un risultato commerciale quanto di un vero e proprio cambiamento verso uno stile di vita più sostenibile e consapevole.

I recenti incentivi fiscali sull’adozione di soluzioni per la filtrazione dell’acqua sono una leva importante. Da un lato, sono un segnale forte di un impegno più netto da parte del governo; dall’altro, sono un’opportunità per avvicinare un numero crescente di consumatori. Pur essendo ancora in attesa di chiarimenti sui criteri applicativi, notiamo già un notevole interesse. È nostro obiettivo supportare il consumatore guidandolo nella scelta della soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Ci può dare qualche anticipazione sulle linee di sviluppo previste per i prossimi anni, sempre con un focus sulla sostenibilità?
Nel centro di ricerca e sviluppo di Hemer, in Germania, 160 dipendenti lavorano per ottenere prodotti ancora più sostenibili e dotati di tecnologie esclusive. Oltre alla produzione CO2 neutral, l’iniziativa “Less Plastic” – lanciata a livello globale a giugno 2020 – ci ha permesso di eliminare circa 10 milioni di confezioni in plastica per i nostri prodotti, con l’obiettivo di raggiungere i 35 milioni nel corso di quest’anno. Inoltre vogliamo azzerare le emissioni dei nostri uffici commerciali entro il 2021.

Queste iniziative contribuiscono anche alla strategia di sostenibilità del gruppo Lixil, di cui Grohe fa parte dal 2014, che si pone l’obiettivo di azzerare le emissioni di carbonio delle soluzioni per ambito domestico entro il 2050.

Articoli correlati
Whirlpool, guardare lontano puntando al net zero

Zero emissioni nette entro il 2030, zero sprechi e zero rifiuti in discarica. Il colosso degli elettrodomestici spiega come intende raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di sostenibilità.

Articolo sponsorizzato