Il green si tinge di verde, l’incontro tra sport e ambiente

Raggiunto un accordo tra l’Istituto di credito sportivo e il Ministero dell’ambiente per promuovere la sostenibilità degli impianti sportivi.

Lo sport è uno straordinario veicolo di disciplina, lealtà e valori positivi, in grado di accendere la passione di miliardi di persone. In virtù del suo potere lo sport può farsi ambasciatore, oltre che di valori educativi e culturali, anche della sostenibilità ambientale.

 

In questa direzione va l’accordo raggiunto tra il Ministero dell’ambiente e l’Istituto per il credito sportivo, che mira a promuovere gli investimenti sulla sostenibilità degli impianti sportivi.

 

Il rapporto di collaborazione nasce dalla volontà della banca pubblica di puntare sulla sostenibilità degli impianti sportivi costruiti con i propri programmi di finanziamento, mentre il ministero avrà il ruolo di garante, certificando l’effettiva riduzione dell’impatto ambientale della struttura. A rappresentare la nuova generazione di campi “verdi” sono i campi da golf ecosostenibili del golf club della Montecchia di Padova.

 

«Quello del golf club della Montecchia è un esempio virtuoso di cosa vogliamo fare insieme all’Istituto per il credito sportivo – ha dichiarato Barbara Degani, sottosegretario al Ministero dell’ambiente – l’efficientamento energetico è un tema fondamentale del nostro programma di governo e l’impiantistica sportiva per la sua importanza sociale sul territorio non può rimanerne esclusa».

 

«Il golf club di Padova – prosegue Barbara Degani – con i suoi investimenti per un manto erboso che consuma il 70 per cento di acqua in meno rispetto ad un impianto tipo, dimostra che puntare sulla sostenibilità è una scelta vincente».

 

L’accordo rappresenta un importante passo in avanti per il binomio sport e sostenibilità, l’inizio del cambiamento per un green più “verde” e per uno sport in cui a vincere, in ogni caso, è l’ambiente.

Articoli correlati