Il taccuino realizzato con i fondi di caffè

Favini e Feltrinelli lanciano una nuova linea di taccuini per appunti realizzati in materiale ecologico, con il 100% di energia rinnovabile e dalle linee eleganti e curate.

Si chiama Filorosso ed è la nuova linea di
agendine realizzata da Favini esclusivamente per la
Feltrinelli. La
particolarità del taccuino è quella di essere realizzata
con Crush, l’ultima frontiera della carta ecologica.

Le pagine su cui scrivere i propri appunti, note e date sono
rilegate a filo e i sette materiali da cui proviene la carta sono
ancora ben visibili donando colore e un effetto tattile
inconsueto.

Ecologica perché Crush è realizzata per il 15%
con i sottoprodotti del mais, agrumi, kiwi, olive, mandorle,
nocciole e caffè.
La restante cellulosa impiegata
proviene per il 30% da carta riciclata, mentre la componente
“vergine” è comunque certificata FSC, ovvero proveniente da
foreste gestite in maniera sostenibile, sbiancata senza l’utilizzo
di cloro (ECF).

La carta inoltre è realizzata utilizzando energia 100%
rinnovabile
e autoprodotta. Secondo il calcolo della
carbon footprint dichiarato dal DNV Business Assurance, utilizzando
scarti agro-industriali e il 100% energia verde, la cartiera ha
ridotto l’impatto ambientale in termini di gas effetto serra del
20%.

Non c’è solo la carta realizzata con i fondi di caffè.
Interessante e da provare per porosità, resistenza e colore,
è la Shiro alga carta. Realizzata dall’azienda di Vicenza
è il primo sistema al mondo che utilizza le dannose alghe
della laguna di Venezia per produrre questa carta gradevole al
tatto e dall’aspetto leggermente puntinato.

 

Articoli correlati