Auto elettriche, al via gli incentivi in Alto Adige

4.000 euro per le auto elettriche, 2.000 euro per le ibride plug-in, nuove colonnine e agevolazioni fiscali. La provincia autonoma di Bolzano dà il via a un massiccio piano d’incentivi per la mobilità sostenibile.

Scacco matto alle auto più inquinanti, almeno in Alto Adige. La provincia autonoma di Bolzano ha presentato un pacchetto d’iniziative per lo svecchiamento del parco circolante in favore dei veicoli più sostenibili. Un insieme di misure che risponde alla necessità di incentivare i privati e le aziende nella transizione dal trasporto mediante combustibili fossili a una mobilità basata sulla tecnologia elettrica.

 

Alto Adige auto elettriche-001
La locandina del progetto #ViaggiareSmart della Provincia autonoma di Bolzano, volto a favorire la diffusione delle auto elettriche e la fruizione di una mobilità più sostenibile

150 colonnine per le auto elettriche entro il 2020

Un contributo di 4.000 euro per le auto a batteria e di 2.000 euro per le vetture ibride plug-in. Ecco, in estrema sintesi, il nucleo delle misure messe a punto dalla provincia autonoma di Bolzano per stimolare la mobilità sostenibile. L’incentivo ricade al 50 per cento sull’ente pubblico e per la restante metà sui venditori che aderiranno all’apposita convenzione. Un’iniziativa molto concreta, resa ancor più efficace dal progetto di realizzare in tempi brevi una rete di ricarica capillare per le auto elettriche. Nel corso del 2017 è infatti previsto che entrino in funzione dieci colonnine ad alta capacità destinate ad aggiungersi alle 35 già esistenti, mentre a partire dal 2018 il network potrà contare su almeno trenta nuove unità all’anno. Un percorso di crescita che entro il 2020 porterà a circa 150 i punti di ricarica veloce.

 

Alto Adige auto elettriche-002
La diffusione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche è considerata un fattore cardine per la realizzazione del progetto #ViaggiareSmart

Incentivi anche per le bici cargo

L’iniziativa della provincia autonoma di Bolzano, denominata #ViaggiareSmart, si rivolge sia ai privati sia alle aziende e integra l’esenzione quinquennale dal bollo. Trascorso tale periodo, la tassa ammonterà comunque a non più del 22,5 per cento di quanto si pagherebbe ordinariamente. In aggiunta, è previsto un contributo provinciale di 1.000 euro per l’installazione di una colonnina presso il proprio domicilio. Un’iniziativa volta a rafforzare ulteriormente la capillare diffusione delle stazioni di ricarica. Il pacchetto d’incentivi prende in considerazione anche le due ruote, prevedendo contributi del 30 per cento e sino a un massimo di 1.000 euro per l’acquisto aziendale di uno scooter e sino a 1.500 euro per una bici cargo.

 

Alto Adige auto elettriche-003
La presentazione del pacchetto d’incentivi #ViaggiareSmart, esteso anche alle due ruote

Più auto elettriche, meno CO2

I veicoli elettrici attualmente immatricolati in Alto Adige sono 275, che diventano 600 contando quelli in leasing. Grazie anche al pacchetto di servizi Alperia – forte di un call center dedicato, d’informazioni sul sistema tariffario e del pronto intervento in caso di guasto – la provincia autonoma di Bolzano conta di triplicare in tempi brevi gli utenti dei mezzi a batteria. Un obiettivo che contribuirà a ridurre le emissioni di CO2 dalle 4,9 tonnellate pro capite del 2008 alle 1,9 tonnellate attese nel 2020.

Articoli correlati