Italcementi sposa l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e lancia i nuovi impegni per la sostenibilità al 2030

Innovazione, salute e sicurezza, ridotto impatto ambientale, promozione dell’economia circolare, rispetto dell’ambiente circostante e trasparenza sono le aree d’azione della strategia sostenibile di Italcementi.

Innovazione, salute e sicurezza, ridotto impatto ambientale, promozione dell’economia circolare, rispetto dell’ambiente circostante e trasparenza sono le aree d’azione della strategia sostenibile di Italcementi.

Lo sviluppo sostenibile, inteso come approccio capace di esprimere un giusto equilibrio tra creazione di valore economico, tutela ambientale e responsabilità sociale, è la base del futuro. Da questo presupposto parte Italcementi per lanciare in Italia gli “Impegni per la sostenibilità 2030”, che definiscono i temi chiave e i principi fondamentali della strategia per la sostenibilità di HeidelbergCement Group.

Gli Impegni per la sostenibilità 2030, in linea con gli standard internazionali, declinano gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile, che sono parte dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un programma d’azione sottoscritto dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu.

Sei le aree chiave su cui il Gruppo HeildebergCement punta l’attenzione: promuovere lo sviluppo economico e l’innovazione; raggiungere l’eccellenza nella salute e sicurezza sul lavoro; ridurre il proprio impatto ambientale; attuare l’economia circolare; essere dei buoni vicini; garantire conformità e creare trasparenza. A partire da questi punti cardine Italcementi ha sviluppato la propria strategia di sostenibilità.

Italcementi
Italcementi ammesso in atto azioni concrete per il continuo miglioramento della propria rete produttiva in un’ottica di sostenibilità. ©Italcementi

Impianti Italcementi all’insegna della sostenibilità

Italcementi ha tradotto la sua visione di azienda sostenibile in azioni concrete, finalizzate al continuo miglioramento della propria rete produttiva rendendo così gli impianti sempre più competitivi e sostenibili.

In quest’ottica ha realizzato interventi di revamping delle cementerie di Matera del 2011 e di Rezzato – Mazzano del 2014, perché anche questi impianti potessero raggiungere gli obiettivi di sostenibilità di Italcementi: miglioramento delle performance produttive, ridotto consumo di materie prime, di combustibili e di risorse idriche e bassi livelli di emissione. Oggi tutte le cementerie hanno ottenuto la certificazione ambientale ISO 14001.

Italcementi promuove lo sviluppo sostenibile a livello internazionale

Il concetto di sviluppo sostenibile non è nuovo in casa Italcementi, da anni l’azienda ha intrapreso azioni a livello internazionale per promuovere la sostenibilità del settore.

Italcementi è socio fondatore della Cement Sustainability Initiative (CSI), il focus group del World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) dedicato al cemento. Il CSI opera sulla base di un’azione congiunta dei 23 principali produttori a livello mondiale di cemento, tra cui HeidelbergCement. Nel 2010 Italcementi ha aderito al Global Compact Italia, un’iniziativa strategica promossa dall’Onu con l’obiettivo di salvaguardare la sostenibilità ambientale e sociale dei processi di crescita economica. L’azienda è anche socio fondatore e membro attivo del GBC Italia (Green Building Council) per promuovere l’edilizia sostenibile nel mercato italiano.

Articoli correlati