Casa ecologica

Klimahouse startup award, premiate le migliori startup italiane del green

Vincitore del premio Klimahouse startup award, dedicato alle startup che lavorano per un futuro green e sostenibile, è Nova Somor con un motore solare termodinamico a bassa temperatura.

Sono arrivati da tutta Italia i progetti per la casa del futuro delle startup protagoniste della prima edizione del Klimahouse startup award. Il premio è stato assegnato il 27 gennaio a Bolzano durante gli Innovation days a Klimahouse, fiera di riferimento per il risanamento e l’efficienza energetica in edilizia, organizzato da Blum Comunicazione per Fiera Bolzano in collaborazione con Innovation development marketing (Idm) Alto Adige-Südtirol. Tra le dieci startup finaliste che si occupano di energia green, cleanteach e progettano dispositivi sostenibili che migliorano l’efficienza energetica degli edifici è stata eletta vincitrice Nova Somor, dell’Emilia Romagna, che ha sviluppato un motore solare termodinamico a bassa temperatura.

Startup italiane green e sostenibili per la casa del futuro

Dalle mattonelle in grado di convertire i passi in energia elettrica al vetromattone fotovoltaico, dalle pale eoliche capaci di sfruttare le correnti urbane che si sviluppano tra gli edifici ai giardini pensili prefabbricati applicabili direttamente alle pareti degli edifici. E poi smart metering, portali online per l’autodiagnosi energetica, pannelli multistrato per la costruzione di case in legno e rifugi alpini prefabbricati altamente tecnologici e innovativi. L’obiettivo è quello di dare un impulso al settore green offrendo all’ecosistema italiano dell’innovazione un’opportunità di visibilità. Il premio offre alle diece migliori startup del settore l’ingresso a una matching platform per metterle in contatto con le imprese del green più all’avanguardia, un’opportunità concreta per accelerare il loro sviluppo.

Schermata 01-2457785 alle 20.51.43
Modom: microarchitetture in bioedilizia, trasportabili e modulari

I dieci progetti finalisti

La giuria di esperti, a cui ha partecipato anche il metereologo Luca Mercalli oltre a docenti universitari ed esperti di innovazione, ha selezionato le seguenti startup come finaliste:

  • Egg Technology, spinoff dell’Università di Camerino: progetto Egg1, impianto a gas naturale per produrre energia elettrica, freddo e calore con tecnologia a fuel cell.
  • Elimize Technology di Roma: software e dispositivi intelligenti per la gestione ottimale dei sistemi di accumulo dell’energia.
  • Green4All, nata all’Università Sapienza di Roma: giardino pensile che si può installare su edifici già esistenti che ha l’obiettivo di diffondere verde, benessere e qualità ambientale nelle città.
  • Greenovation, Torino: portale online per la progettazione automatizzata della riqualificazione energetica dell’abitazione.
  • LeapFactory, Torino: Sistemi di costruzione prefabbricata specifici per l’alta quota e per tutte le aree naturali sensibili.
  • Modom, Ascoli Piceno: microarchitetture in bioedilizia, trasportabili, modulari e capaci di adattarsi alle esigenze di chi le vive.
  • Nova Somor, Rimini: motori termodinamici a bassa temperatura a gas volatili, alimentati ad energia solare, biomassa o calore perduto.
  • SbSkin, spin-off accademico dell’Università di Palermo: prodotti edilizi innovativi, di elevata qualità estetica e tecnologica, per la riduzione dei consumi energetici degli edifici.
  • Veranu, Cagliari: mattonella innovativa che converte l’energia cinetica dei passi in energia pulita per effetto piezoelettrico.
  • Windcity, Padova: mini-turbina eolica ad asse verticale con fondamentali caratteristiche di novità per geometria variabile.
Schermata 01-2457785 alle 20.50.20
Green4All, giardino pensile che di può installare su edifici già esistenti

La startup vincitrice

È Nova Somor la startup vincitrice del premio Klimahouse con il motore solare termodinamico a bassa temperatura. “C’è così tanta energia ovunque a disposizione – scrivono i fondatori Giordano Mancini, Roberto Belardinelli e Alessandro Di Maiuta –. Utilizzare semplicemente l’energia gratuita del sole nei limiti dei bisogni naturali è corretto. Con i nostri motori solari vogliamo fare proprio questo.”

La vittoria permetterà alla startup di essere inserita nel network di Klimahouse attraverso la partecipazione come espositore e relatore all’edizione 2018 e nel Competency mapping – un metodo strategico di analisi dei punti di forza e di debolezza – di Idm, agenzia altoatesina dell’innovazione.

Schermata 01-2457785 alle 20.54.07
Greenovation, portale per la progettazione della riqualificazione energetica dell’abitazione

Progettare per un futuro positivo

Durante la fiera Klimahouse è stato affrontato il tema dello sviluppo del benessere in una società “oltre il Pil” grazie anche all’intervento di due relatori d’eccezione: Enrico Giovannini, professore di statistica economica dall’Università di Roma Tor Vergata, ex presidente Istat ed ex ministro dell’Economia, in qualità di portavoce dell’Asvis (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile) e Michael Braungart, pensatore visionario, in passato attivista di Greenpeace, che ha vissuto per un periodo su un albero come forma di protesta, autore con William McDonough del libro “Cradle to cradle: Remaking the way we make things”, pietra miliare di riferimento sul tema della necessità di ridisegnare la produzione industriale nel rispetto dell’ecosistema. “Possiamo progettare gli edifici come alberi e le città come foreste”, sostiene Braungart. “Possiamo creare edifici che siano utili per l’essere umano e per la natura: utilizzare materiali sani, che puliscano l’acqua e l’aria, che siano positivi per il clima e che sostengano gli ecosistemi. Così potremo davvero lasciare un’impronta positiva”.

Articoli correlati
Il mondo è a corto di sabbia

La sabbia è una risorsa rinnovabile, ma noi non le diamo il tempo. Di questo passo, esauriremo le riserve di sabbia per colpa della nostra fame di cemento.