Lgbt, anche un’onda arcobaleno alle elezioni di midterm negli Stati Uniti

Sono oltre 240 i membri della comunità Lgbt risultati vittoriosi, a livello nazionale o locale, alle elezioni di midterm negli Stati Uniti.

Alle elezioni di midterm negli Stati Uniti il numero di candidati appartenenti ufficialmente alla comunità Lgbt ha raggiunto un livello record. Sono stati più di 400 coloro che si sono presentati per posti di deputato, senatore, governatore o a livello locale. Una sfida che si è trasformata in un successo, tenuto conto del fatto che – secondo quanto riportato dall’Huffington Post americano – sono “più di 240 coloro che sono risultati eletti”.

Leggi anche:

lgbt midterm stati uniti
Una manifestazione per i diritti Lgbt negli Stati Uniti © Chip Somodevilla/Getty Images

Jared Polis è il primo governatore gay della storia degli Stati Uniti

Il caso più eclatante è certamente quello del democratico Jared Polis, che ha trionfato nel Colorado e sarà il primo governatore apertamente omosessuale della storia degli Stati Uniti (il secondo in assoluto della comunità Lgbt, dopo Kate Brown, bisessuale, che dal 2015 dirige l’Oregon). La stampa statunitense, invece, non considera nel conteggio l’ex governatore del New Jersey Jim McGreevey, che nel 2004 si dimise dopo che fu rivelata una sua relazione omosessuale extraconiugale.

A 43 anni, Jared Polis – che dopo la vittoria ha ringraziato il suo compagno Marlon Reis – è il vero campione dell’onda arcobaleno che ha travolto la nazione (al posto di quella “blu”, ovvero democratica, che ci si attendeva alle elezioni di midterm ma che in realtà non c’è stata). Di religione ebraica, in politica da una ventina d’anni, fu eletto nel 2009 rappresentante del Colorado alla Camera: anche in quell’occasione non nascose il proprio orientamento sessuale. Imprenditore e filantropo, secondo Forbes è il terzo uomo più ricco del Congresso: per la sua campagna ha investito di tasca propria 20 milioni di dollari.

Un così ingente patrimonio è stato creato grazie alle attività di famiglia, legate all’e-commerce e ai mezzi di comunicazione. Nel suo programma, tra le altre cose, ci sono il passaggio al 100 per cento di energie rinnovabili entro il 2040 e la creazione di asili e giardini per bambini in tutto lo stato federale. Ma Polis si è dichiarato anche favorevole alla legalizzazione della marijuana e ad una riforma delle politiche sull’immigrazione.  

Sharice Davids è la prima Lgbt eletta in Kansas per il Congresso

Altra elezione particolarmente importante è quella di Sharice Davids, che è diventata la prima persona Lgbt e nativa americana a rappresentare il Kansas al Congresso. Democratica, ha battuto il repubblicano Kevin Yoder. La 38enne si dichiara lesbica e ha lavorato in passato con l’allora presidente Barack Obama https://www.lifegate.it/persone/news/la-dottrina-obama alla Casa Bianca.

Anche nel New Hempshire è stato eletto per la prima volta un rappresentante al Congresso apertamente gay: si tratta del democratico Chris Pappas: “I votanti del mio stato hanno inviato un messaggio chiaro: quando l’America è di fronte ad una sfida, non si arrende. E noi non ci arrendiamo alla paura e alla rabbia. Persevereremo”.

Nel Minnesota sconfitto l’uomo che paragonò i gay a degli stupratori

Nel Minnesota, invece, Angie Craig, dichiaratamente lesbica, ha sconfitto il repubblicano Jason Lewis. Anche in questo caso si tratta della prima persona apertamente gay eletta in questo stato federale al Congresso. E la battaglia è stata particolarmente importante, dal momento che il candidato conservatore si è più volte espresso contro la comunità Lgbt, arrivando a paragonare i suoi membri a degli “stupratori”.

lgbt midterm stati uniti
Alle elezioni di midterm del 2018, negli Stati Uniti la comunità Lgbt ha eletto almeno 240 persone © Yana Paskova/Getty Images

Due donne transgender, poi, sono state elette alla House of Representatives del New Hampshire. Si tratta delle democratiche Gerri Cannon e Lisa Bunker. Stessa vittoria ottenuta da Susan Ruiz e Brand Woodard in Kansas: anche loro sono i primi dichiaratamente Lgbt ad essere stati eletti. Nella lista figurano anche Zach Wahls (eletto nell’Iowa), Malcom Kenyatta (Pennsylvania, primo omosessuale di colore), Teri Johnston (prima sindaca lesbica di Key West, in Florida).

Inoltre, la governatrice bisessuale dell’Oregon Kate Brown e il senatore democratico gay Tammy Baldwin, sono stati entrambi rieletti. Infine, nel Massachusetts i cittadini hanno rigettato la richiesta di eliminare la norma che vieta discriminazioni sulla base dell’identità sessuale nei luoghi pubblici o aperti al pubblico.

 

Articoli correlati