Diritti animali

Lupo appenninico, due centri alleati per aiutarlo

Il lupo appenninico è una specie a rischio in Italia. Per aiutarlo e proteggerlo due centri di recupero si sono alleati nel territorio modenese.

  • Il lupo appenninico è una specie molto a rischio in Italia, spesso vittima di incidenti stradali.
  • Ora due centri si sono alleati per proteggerlo.
  • Si tratta del centro recupero fauna Il pettirosso di Modena e del rifugio Matildico di Reggio Emilia, che hanno l’obiettivo di fornire agli esemplari cure adeguate e opportune, promuovendo la ripresa della specie.

Il lupo appenninico è una specie fortemente a rischio sul territorio italiano. Per questo la collaborazione tra il centro recupero fauna Il pettirosso di Modena e il rifugio Matildico di Reggio Emilia, enti che si occupano del recupero della fauna selvatica ferita o in difficoltà nelle province di Modena, Reggio Emilia e Parma, è un evento che diventa importante.

La sinergia collaborativa tra le due strutture nasce dall’esigenza di un adeguamento dell’ospitalità per la “lungodegenza” relativo proprio alla salvaguardia degli esemplari di lupo appenninico che verranno recuperati feriti o, in qualche modo, bisognosi di cure e che necessiteranno di degenze che prevedono lunghi periodi di cura e riabilitazione nel rispetto, però, della loro natura selvatica.

tre lupi
Spesso gli investimenti per opera di auto lanciate a forte velocità sono la prima causa di incidenti per i lupi © Pixabay

Una sinergia importante per il lupo appenninico

Le due strutture hanno in dotazione un sistema di monitoraggio in funzione 24 ore su 24 realizzato con telecamere a infrarossi. In questo modo i responsabili dei due centri e i veterinari che vi lavorano potranno vedere sul proprio cellulare o mediante il computer a qualsiasi ora i loro pazienti a quattro zampe senza arrecare alcun disturbo né suscitare stress o paura. I lupi appenninici della zona modenese sono spesso vittime di incidenti: investimenti, cadute, spaventi improvvisi che provocano disorientamento e successivi problemi fisici.

due lupi
Il lupo appenninico sta iniziando di nuovo a popolare il territorio italiano © Pixabay

I lupi sono coinvolti soprattutto in incidenti stradali a causa anche delle elevate velocità dei conducenti dei veicoli che sempre più spesso non si fermano neppure, come prevede il codice della strada, per accertarsi delle condizioni dell’animale investito. Ed è per questo che è fondamentale rilevare, se si è testimoni di un investimento, il numero di targa dell’auto fuggitiva proprio perché la fauna selvatica è un prezioso patrimonio di tutti e la salvaguardia delle specie sul territorio nazionale è importantissima. Un piccolo gesto di civiltà, dunque, che può diventare fondamentale per preservare il lupo appenninico in Italia.

Articoli correlati