Mercatini di Natale. A Trento sono all’insegna della sostenibilità

Alimentate con energia rinnovabile le 92 casette accoglieranno i turisti fino al 6 gennaio 2017. Sarà tra i mercatini di Natale più grandi della regione.

È all’insegna della sostenibilità ambientale la 23ma edizione del mercatino di Natale di Trento. 92 casette alimentate interamente ad energia rinnovabile, un progetto per la mobilità sostenibile, per raggiungere la piazza in car sharing o con i mezzi pubblici. Meno plastica e meno rifiuti.

mercatini di natale

Una formula che si è perfezionata negli anni, per rendere uno degli eventi più importanti della città a ridotto impatto ambientale. E le novità non mancano: oltre ai classici cibi regionali, di stagione e da agricoltura biologica e a km zero,  le degustazione saranno servite su stoviglie lavabili, compostabili e addirittura da mangiare. I piatti di pane accompagneranno infatti il pasto.

DSC_5514

Un’app dedicata

Gratuita, l’app Natale Trento realizzata dalla Tc Consulting, è un utile strumento per districarsi tra orari, appuntamenti, le mappe: in ogni punto in cui ci si trova, cliccando sul pedone, si potrà avere il percorso da intraprendere per arrivare in piazza Fiera piuttosto che raggiungere il Mercatino di piazza Battisti.

In linea con le altre iniziative sostenibili, anche l’app ha una sezione dedicata al “green”: link utili per individuare mezzi alternativi per raggiungere Trento, lasciando a casa l’automobile o dei giochi pensati per i più piccoli, che potranno vincere qualche premio.

Mercatini di Natale solidali

Il mercatino inoltre manterrà vivo lo spirito natalizio e l’impegno già dimostrato dalla città di Trento nell’aiutare la popolazione colpita dal terremoto. Trento Fiere Spa ha infatti deciso di destinare tutte le offerte raccolte durante il periodo della manifestazione, al “Fondo di Solidarietà terremoto Centro Italia 2016”, istituito dalla Provincia autonoma di Trento. Il Fondo, istituito in seguito al grave terremoto che ha colpito il centro Italia quest’estate, aiuterà a finanziare progetti di ricostruzione e di ripristino nelle aree tra Rieti, Ascoli Piceno e Perugia.

Articoli correlati