Spirulina Spireat, super alimento prodotto nel rispetto dell’ambiente

Da un incontro casuale, nasce la collaborazione fra due persone che, unendo le loro competenze e abilità, danno vita ad una coltivazione di alga spirulina bio assolutamente innovativa.

La spirulina, che prende il nome dalla sua caratteristica forma a spirale, è considerata a tutti gli effetti un super alimento. Ricchissima in nutrienti, cresce e si moltiplica spontaneamente nelle acque dei laghi con temperature tiepide ed è consumata dai popoli delle zone tropicali fin da antica età. Oggi l’Italia può vantare numerose coltivazioni, sempre più all’avanguardia, che producono nel totale rispetto dell’ambiente.

La spirulina e la sua composizione

Ricca in sali minerali e dotata di una grande quantità di oligoelementi, la spirulina presenta nella sua composizione tutti gli aminoacidi di cui necessita l’organismo umano. Fonte indiscussa di ferro che viene facilmente metabolizzato per la presenza di rame e clorofilla, è un alimento indicato nelle diete vegetariane e vegane. Nell’alga spirulina troviamo vitamine del gruppo B, vitamina E, ottimo antiossidante, vitamine A, D, C e carotenoidi. Nella spirulina è stata rilevata la presenza di due importanti acidi grassi, precursori di prostaglandine, mediatori chimici delle reazioni infiammatorie.

Le numerose qualità della spirulina

L’assunzione di spirulina è ideale in caso di forte stanchezza, mancanze di appetito e debilitazione generale; come ricostituente nelle convalescenze. Viene largamente utilizzata nei programmi volti al controllo o alla perdita di peso, grazie alla sua capacità di indurre senso di sazietà se assunta prima dei pasti. In un regime alimentare ridotto risponde a tutte le necessità nutrizionali dell’organismo. Per l’alta concentrazione di sali minerali e di vitamine, in particolare del gruppo B, viene consigliata nei momenti di stress elevato, sia lavorativo che scolastico.

Scalare
L’alga spirulina è un ottimo sostegno per chi pratica sport © Ingimage

Indicata in ogni cambio di stagione, la spirulina depura l’organismo e sostiene il sistema immunitario nelle sue funzioni, oltre a svolgere una buona attività antinfiammatoria. Non deve mancare nella dieta di chi sceglie un’alimentazione vegetariana e soprattutto vegana, proprio per la sua capacità di garantire all’organismo la quantità giornaliera di aminoacidi essenziali che rischiano di non essere introdotti con l’alimentazione. Che dire poi degli sportivi che vogliono aumentare la resistenza e la potenza delle proprie prestazioni? L’alga spirulina risponde pienamente a queste richieste e rende più semplice e veloce il recupero dopo l’allenamento.

Gravidanza
L’alga spirulina è consigliata in gravidanza per il suo completo apporto di nutrienti © Ingimage

Consigliata inoltre in gravidanza e durante tutto l’allattamento, grazie al totale bilanciamento dei suoi nutrienti è perfetta per i bambini affaticati dalle numerose attività scolastiche e sportive; la spirulina facilita l’assorbimento del calcio migliorando la contrazione cardiaca e grazie al contenuto di acido gamma-linolenico può essere utile in caso di ipercolesterolemia. È antiossidante e amica della bellezza: ideale per ottenere chiome più resistenti e lucide e per una pelle più luminosa.

L’avventura e il progetto Spireat

Tre anni fa avviene l’incontro fra Antonio e Stefano, biologo con dottorato in alghe e lunga esperienza nella ricerca all’estero il primo; agricoltore bio con l’idea di rendere sempre più innovativo il settore il secondo. In comune, una gran voglia di mettersi in gioco e l’idea di produrre una linea 100 per cento sostenibile di alga spirulina biologica da cui prende forma la società agricola SpirufarmSpireat, spirulina pura, vince il premio Coltiva l’idea giusta di Make a change  e Ubi banca per l’imprenditoria sociale nel settore agroalimentare, e questo dà una spinta al progetto di Antonio e Stefano dal punto di vista economico.

Alga spirulina Spireat
Alga spirulina Spireat, garanzia di qualità, ogni giorno e in ogni momento © Spireat

L’innovazione del progetto Spireat sta nel fatto che mentre altri produttori di spirulina devono interrompere l’attività nei mesi freddi, Spirufarm può produrre ininterrottamente tutto l’anno, grazie ad un piccolo impianto di biogas che recupera e utilizza il calore proveniente da residui organici vegetali, che altrimenti andrebbe disperso. Il calore, convogliato nell’impianto di coltivazione, permette di mantenere costantemente a 35° l’ambiente di crescita della spirulina, che è poi la sua temperatura ideale. Con il vantaggio di poter produrre tutto l’anno e di mantenere inalterate le composizioni nutrizionali. Tecnologia e particolare attenzione all’ambiente sono il motore che spinge l’azienda, che ogni anno evita l’emissione in atmosfera di due tonnellate di CO2 e coltiva la spirulina con un consumo minimo d’acqua (15 litri per un chilo di alghe), recuperata a fine ciclo e utilizzata come ferti- irrigante nei campi per altre coltivazioni. All’iniziale impianto di Cremona, viene presto affiancato un nuovo impianto di coltivazione in Sicilia, molto più ampio rispetto al primo. Obiettivo dell’azienda è promuovere la diffusione dell’alga spirulina nel settore alimentare, anche rendendo il gusto dell’alimento più piacevole al palato, così da poterlo utilizzare nella cucina casalinga ma anche nei ristoranti.

Alga spirulina
La spirulina è ormai largamente usata in cucina in numerose preparazioni © Ingimage

Il gusto della spirulina viene modulato attraverso il metodo di coltivazione e produzione, con particolari sistemi di raccolta e disidratazione, agendo anche sulla quantità di sali minerali dall’alga stessa, allontanandosi dal gusto a cui si è soliti. Con la cura di tutti questi aspetti, l’azienda riesce a variare l’aroma dell’alga spirulina caratterizzandola con un sapore che ricorda i semi di zucca. Nel 2016 nasce Algaria, spin off di Spirufarm, una divisione che si occupa di consulenza, sperimentazione, sviluppo della ricerca anche in altri ambiti e creazione di nuovi prodotti. Alla squadra iniziale si aggiunge un terzo socio, un ricercatore universitario.

Garanzia e sostenibilità nella coltivazione dell’alga spirulina

L’idea imprenditoriale alla base della produzione della spirulina Spireat ha come obiettivi la sostenibilità ambientale, una minore impronta ecologica, il totale rispetto delle risorse naturali e la conformità alle normative vigenti in ambito di produzione biologica. Il tutto attraverso una coltivazione effettuata in ambiente protetto, sfruttando il calore dell’impianto a biogas aziendale. Un approccio molto diverso, dunque, rispetto a quello praticato nelle coltivazioni su larga scala di Cina, India e Sudamerica, che invadono il mercato mondiale di spirulina ma offrono poche garanzie in termini di qualità. E che, a causa di un ciclo produttivo poco controllato e monitorato, possono commercializzare prodotti a rischio metalli pesanti e/o microrganismi epatotossici.

Non solo compresse

La continua ricerca aziendale punta alla creazione di preparazioni alimentari dal gusto gradevole e accattivante in cui le meravigliose proprietà della spirulina restino integre e garantite. Oltre a Spireat spirulina in scaglie c’è già una gamma di prodotti, come ad esempio la barretta raw vegan composta da datteri, miglio pregermogliato e alga spirulina, a basso contenuto calorico e maggior contenuto proteico, comoda da portare con sé e consumare in ogni momento della giornata.

Colazione con alga spirulina
La polvere di alga spirulina può essere aggiunta nelle preparazioni per la colazione, per fare un vero e proprio pieno di energia! © Ingimage

Un’importante e gustosa novità è il risotto alla spirulina, veloce da preparare in due comode porzioni. Consigliata anche la polvere di spirulina da utilizzare nei frullati la mattina a colazione, per una carica immediata d’energia, così come tanti altri prodotti che prendono forma da nutrizionisti che lavorano senza sosta.

Dosaggio giornaliero e controindicazioni

I dosaggi variano in base alle singole esigenze, ma quello consigliato è di 2-4 grammi totali al giorno. Essendo un’alga d’acqua dolce, la spirulina contiene solo tracce di iodio, quindi non interferisce con la funzione della tiroide. Per il suo abbondante contenuto in ferro è sconsigliata in caso di ematomacrosi, una condizione che provoca l’eccessivo assorbimento e accumulo di ferro nell’organismo.

Articoli correlati
Alghe, piante della vita

Minuscoli esseri viventi primordiali capaci di rifornire il corpo umano di tutte le sostanze per funzionare e mantenersi sano,sono le alghe