Tempeste e tornado negli Stati Uniti meridionali. Almeno 30 i morti

Alcuni tornado hanno causato almeno 30 morti nel sud degli Stati Uniti, lasciando 1,3 milioni di persone senza energia elettrica.

Almeno 32 persone sono rimaste uccise dopo il passaggio di un tornado che ha seminato distruzione nel sud degli Stati Uniti la domenica di Pasqua. I cittadini delle zone colpite hanno segnalato oltre 400 casi di danni causati dall’evento estremo. Di questi, almeno 360 risultano concentrati tra il Texas e la Pennsylvania. I feriti sono almeno dieci.

Tornado oltre i 200 km/h negli stati federali meridionali

Ciò che ha colpito dei fenomeni è stata soprattutto la loro estensione territoriale. Il Washington Post ha parlato di una fascia di territorio coinvolta lunga oltre un migliaio di chilometri, dalla costa del Golfo del Messico all’Atlantico. Il giorno di Pasquetta il tornado si è spostato sulla Florida settentrionale e sulla Virginia sudorientale, colpendo anche parte della Carolina del Nord. Al contempo, un altro tornado si è abbattuto sulla capitale Washington, oltreché su Baltimora e Filadelfia. Le raffiche hanno raggiunto i 235 chilometri orari lungo la costa e gli 80 nell’entroterra.

stati uniti tornado
Tornado negli Stati Uniti © Win McNamee/Getty Images

La zona in assoluto più colpita è il Mississippi meridionale. Qui i tornado hanno abbattuto case e attività commerciali, con un bilancio di 11 morti. I media locali hanno parlato di “catastrofe” e il governatore del Mississippi, Tate Reeves, ha dichiarato lo stato d’emergenza. “Stiamo mobilitando tutte le risorse disponibili per proteggervi, non siete soli”, ha twittato il governatore rivolgendosi ai residenti.

Sono numerosi anche gli sfollati, messi in salvo nei rifugi allestiti sul territorio. Il tutto con l’ulteriore difficoltà legata alla necessità di mantenere le distanze di sicurezza per evitare il diffondersi del coronavirus. Più di un milione di persone risulta inoltre privo di energia elettrica.

Immagine di copertina d’archivio.
Articoli correlati