Appunto. La cover per smartphone realizzata in carta ecologica

Pochi gesti, un solo materiale ecologico, e creatività. Ecco la nuova cover per smartphone vincitrice del Material ConneXion Italia Contest.

Chi lo dice che uno dei materiali più antichi utilizzati dall’uomo non possa evolvere in qualcosa di nuovo e tecnologicamente avanzato? È ciò che è successo con carta Crush di Favini, la prima carta realizzata utilizzando gli scarti agroindustriali come fondi di caffè, bucce di kiwi o di mela, o d’arancia.

 

Ed oggi, grazie a questo nuovo materiale, due designer Paolo Bedei e Paolo Ceredi si sono aggiudicati il premio Material ConneXion Italia Contest, giunto alla seconda edizione, con Appunto una sketch cover per smartphone in carta ecologica Crush di Favini.

 

APPunto-A2-03-copia-web

Il concorso internazionale metteva a disposizione di architetti, designer, ingegneri, progettisti, artisti e studenti 7 materiali scelti per innovazione, qualità e sostenibilità, con la possibilità di creare oggetti e strumenti di uso comune e quotidiano.

 

“Siamo orgogliosi che proprio la nostra carta abbia ispirato il progetto vincitore”, ha confessato Michele Posocco, brand manager del gruppo. “Questa originale applicazione unisce due concetti chiave del nostro secolo: la sostenibilità e la personalizzazione. Chi sceglie questa cover, completamente biodegradabile, sceglie di salvaguardare le foreste, grazie al riutilizzo di residui in parziale sostituzione di cellulosa e allo stesso tempo può creare un prodotto unico attraverso semplici schizzi”.

APPunto mani

Appunto si produce attraverso semplici processi di cartotecnica, utilizzando fogli di carta Crush nei colori messi a disposizione grazie al materia di partenza con la quale è stata realizzata: mais, agrumi, kiwi, oliva, mandorla, nocciola e caffè. È l’utente stesso a comporre la cover, piegandola lungo le linee tratteggiate, avvolgendola sul cellulare e fissandola con apposite strisce adesive. Personalizzabile ed ecologica.

Articoli correlati