Biolife chiude con successo, appuntamento all’anno prossimo!

Migliaia di visitatori hanno partecipato a Biolife, la fiera altoatesina dei prodotti biologici di qualità, certificati e artigianali. Per la prima volta anche uno spazio dedicato al vino biologico che tornerà anche nel 2019.

Grande successo per Biolife, la fiera dei prodotti biologici di qualità, che si è svolta a Bolzano dal 23 al 26 novembre attirando, in quattro giorni, insieme a Fiera d’Autunno, oltre 40mila visitatori. Professionisti e consumatori consapevoli che hanno potuto conoscere 2mila espositori con i loro 2.500 prodotti, dalle specialità alimentari alla cosmetica naturale e all’eco-tessile, tutti certificati biologici e di qualità artigianale, un criterio che distingue questa manifestazione da altri eventi simili.

Biolife, con Fiera d'Autunno, ha attirato nel 2018 40mila visitatori ©Marco Parisi
Biolife, con Fiera d’Autunno, ha attirato nel 2018 40mila visitatori ©Marco Parisi

Biolife, un evento al passo coi tempi

“La ricetta del successo di questa manifestazione sta nel suo costante sforzo di adattarsi allo spirito dei tempi e alle esigenze e preferenze delle persone per rimanere sempre aggiornati”, ha commentato il presidente della giunta provinciale Arno Kompatscher. Due le principali novità nel programma della 15esima edizione di Biolife: il primo congresso Organic 2030 con un confronto internazionale sulla produzione biologica tra tre Paesi chiave quali Germania, Austria e Italia, e la prima edizione del Bio Wine Festival, durante il quale i vinicoltori biologici altoatesini si sono presentati ad un pubblico altamente specializzato del settore alberghiero, della ristorazione e del commercio al dettaglio.

biolife
Il congresso “Organic 2030” e il Bio Wine Festival sono state le novità dell’edizione ©Marco Parisi

Vino biologico altoatesino

Al Bio Wine Festival hanno aderito oltre la metà delle aziende vitivinicole biologiche/biodinamiche a conduzione familiare presenti in provincia. Circa il 7 per cento della superficie vitivinicola dell’Alto Adige, vale a dire circa 385 ettari, è coltivata biologicamente. Tuttavia, non tutta l’uva dopo la raccolta viene lavorata in modo biologico, ma in parte utilizzata per la produzione vinicola convenzionale. Tra gli oltre 1.000 produttori biologici in Alto Adige, ci sono 37 viticoltori che lavorano e vendono il proprio vino: venti di loro erano presenti all’appuntamento e hanno fatto degustare il loro vino biologico. Il Bio Wine Festival è già confermato per l’anno prossimo, durante la 16esima edizione di Biolife, da giovedì 21 a domenica 24 novembre 2019.

biolife
Venti produttori altoatesini hanno presentato i loro vini biologici ©Marco Parisi
Articoli correlati