Miliardi di cavallette devastano il Corno d’Africa. Emergenza nazionale in Somalia

Giganteschi sciami di cavallette stanno devastando l’Africa orientale, distruggendo le colture e mettendo a rischio la sicurezza alimentare.

La Somalia ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale per via di una gigantesca invasione di cavallette che sta colpendo l’intero Corno d’Africa. Fonti internazionali hanno parlato di sciami talmente grandi da aver raggiunto in alcune aree dimensioni di 60 chilometri per 40.

Alcuni sciami di cavallette coprono una superficie pari a quella del Lussemburgo

Miliardi di insetti che stanno devastando la già precaria agricoltura di alcune tra le nazioni più povere del mondo. E che, in alcuni casi, coprono una superficie pari a 2.400 chilometri quadrati: all’incirca quella di una nazione come il Lussemburgo.

Già lo scorso 20 gennaio le Nazioni Unite avevano lanciato un grido d’allarme. L’invasione di cavallette, che ha coinvolto anche Etiopia e Kenya, rappresenta una “minaccia per la sicurezza alimentare dell’intera regione”. Per questo, secondo quanto comunicato dalla Fao, “è necessario lanciare una campagna transfrontaliera, su larga scala, per combattere il fenomeno”.

cavallette kenya africa
Un’invasione di cavallette nei pressi del villaggio di Lerata, in Kenya, a circa 300 chilometri dalla capitale Nairobi © Tony Karumba/Afp/Getty Images

La Fao: servono urgentemente nuove risorse finanziarie

A tal fine, l’agenzia Onu chiede che vengano stanziati urgentemente 63,1 milioni di euro da parte della comunità internazionale, con l’obiettivo di “proteggere i mezzi di sussistenza delle tre nazioni”. Le cavallette sono infatti “moltissime e presentano una capacità distruttiva mai vista prima. Gli sciami rischiano inoltre di aumentare ulteriormente di dimensioni e di raggiungere anche altre nazioni dell’Africa orientale”.

“I paesi in questione hanno già avviato attività di contrasto ma hanno bisogno di sostegno finanziario”, ha confermato il direttore generale della Fao, Qu Dong. Il rischio è infatti che, tenuto conto dell’ampiezza attuale degli sciami, senza interventi “di qui al mese di giugno il numero di insetti potrebbe risultare moltiplicato per 500”.

cavallette kenya africa
La Fao ha lanciato un allarme: se non si fronteggerà l’invasione di cavallette, la sicurezza alimentare dell’intero Corno d’Africa potrà essere posta a rischio © Tony Karumba/Afp/Getty Images

“Senza interventi, il numero di cavallette potrebbe moltiplicarsi per 500”

Per comprendere la portata dell’emergenza, basti pensare che le cavallette sono in grado di percorrere 150 chilometri al giorno e di distruggere in poche decine di ore colture utili per nutrire migliaia di esseri umani per mesi. Il rischio è che, di fronte ad un fenomeno di tale portata, l’unica soluzione immediata sia l’uso su larga scala di pesticidi.

Articoli correlati