Perché in Cina le Prius sono rare come i panda

Nel mercato cinese le Toyota Prius, i veicoli ibridi più venduti al mondo, non riscuotono successo ma il governo sta studiando politiche di sussidio per le auto in grado di ridurre l’inquinamento.

Il veicolo ibrido più famoso e venduto al mondo è la Prius prodotta dalla Toyota. La sua linea peculiare, apparentemente buffa e sgraziata, negli anni è diventata il simbolo di chi guida rispettando l’ambiente.

 

In Cina però, il mercato automobilistico più vasto al mondo, le Prius sono rare come i panda giganti, plantigradi simbolo degli animali in via di estinzione. Delle 315.500 Prius vendute nel mondo lo scorso anno, solo 1.400 sono finite in Cina.

 

Uno degli ostacoli principali è rappresentato dal prezzo, le tasse sui componenti importati e la mancanza di sussidi governativi sono un grosso deterrente per gli acquirenti cinesi, che a parità di prezzo decidono di puntare su auto di maggior “prestigio”. In generale il marchio Toyota si posiziona al sesto posto nella classifica di veicoli più venduti in Cina, al vertice della quale si collocano Volkswagen e General Motors.

 

La svolta per la casa automobilistica giapponese e, soprattutto, per l’ambiente, potrebbe arrivare se il governo cinese favorisse l’acquisto di veicoli in grado di ridurre l’inquinamento. «I veicoli ibridi possono essere l’arma vincente di Toyota – afferma Koji Endo dell’Advanced Research Japan – chiaramente non possono risolvere i problemi di inquinamento del paese, ma possono avviare il cambiamento».

 

L’obiettivo di Toyota è quello di diventare la principale casa automobilistica giapponese in Cina e di raggiungere almeno il terzo posto generale nella classifica delle auto più vendute. Per ridurre i costi e rendere i veicoli ibridi più accessibili Toyota sta accorciando la filiera di approvvigionamento e punta a produrre localmente tutti i componenti necessari, prevede inoltre di introdurre 15 nuovi modelli per la Cina entro la fine del 2017.

 

La diffusione di veicoli a basso impatto ambientale sta assumendo un carattere di urgenza in Cina, a causa del peggioramento costante della qualità dell’aria. Numerose città hanno iniziato ad intraprendere iniziative per combattere l’inquinamento e il vice premier Ma Kai, la più alta autorità cinese in materia di questioni energetiche, ha affermato che il governo sta studiando efficaci politiche di sussidio per i veicoli ibridi.  Le auto elettriche e ibride consentono di abbattere le emissioni di CO2 e di rendere l’aria più respirabile, ecco perché le Prius vanno protette, come i panda.

Articoli correlati