La storia di Volta, l’impresa che illumina gli ospedali in Ghana con il sole

In Ghana un uomo, dopo un incidente che gli ha mostrato la precarietà degli ospedali, ha creato Volta, una società che realizza progetti di energia solare per cliniche, scuole e fattorie in tutto il Paese.

In tutto il mondo il ricorso alle energie rinnovabili è in costante crescita, non fanno eccezione i paesi in via di sviluppo nei quali stanno sorgendo nuove start-up e modelli di business innovativi per soddisfare la domanda di energia pulita.

Pannelli solari in Ghana
Il Ghana mira ad aumentare la capacità di energia rinnovabile dall’attuale 1 per cento al 10 per cento entro il 2020 (Photo By: MyLoupe/UIG Via Getty Images)

Energia solare in Ghana

Un esempio è la società ghanese Volta, nata per contribuire a raggiungere l’obiettivo del Ghana di aumentare la capacità di energia rinnovabile dall’attuale 1 per cento al 10 per cento entro il 2020. Volta, fondata dall’ingegnere Mahama Nyankamawu, finanzia progetti di energia solare per cliniche, scuole e fattorie in tutto il Paese. “La mia vera passione non è necessariamente l’energia – ha dichiarato Nyankamawu – la mia vera passione è il miglioramento della qualità della vita per le persone in Africa”.

Portare la luce negli ospedali

Nel 2014 Nyankamawu è stato ricoverato in un piccolo ospedale nel nord del Ghana in seguito ad un incidente stradale. “Era buio, non c’era elettricità e i medicinali erano andati a male”, questa esperienza è stata determinante per la nascita della sua società, Nyankamawu decise infatti che avrebbe portato la luce negli ospedali, rendendo l’energia rinnovabile economica e accessibile. I clienti di Volta pagano il 25 per cento dei costi iniziali per l’installazione dei pannelli solari, il resto viene pagato nei successivi due anni.

Ospedale ghanese
Nyankamawu ha creato Volta dopo un incidente che gli ha mostrato la precarietà degli ospedali in Ghana (Photo by: Eye Ubiquitous/UIG via Getty Images)

Energia per migliorare la qualità della vita

Volta, anziché concentrarsi su progetti residenziali come molte start-up, dedica la propria attenzione a settori produttivi in grado di migliorare la qualità complessiva della vita per le comunità in cui operano. La società si rivolge a tre aree principali, strutture educative, strutture sanitarie e strutture agricole. La maggior parte di queste strutture attualmente è alimentata da generatori a  diesel, convertendosi all’energia solare possono ridurre i costi fino al 45 per cento, secondo il fondatore di Volta.

Parco solare in Senegal
Questo parco solare inaugurato in Senegal nel 2016 è uno dei maggiori progetti di energia solare dell’Africa sub-sahariana (Photo credit should read SEYLLOU/AFP/Getty Images)

In futuro dell’energia in Africa

Volta mira a diventare la più grande società di energia rinnovabile presente in Africa occidentale entro i prossimi cinque anni. Attualmente opera solo in Ghana ma potrebbe espandersi in altri paesi, tra cui la Nigeria. Per crescere la società sta ampliando il suo organico concentrandosi sulla creazione di occupazione locale, Nyankamawu sta inoltre sta lavorando per creare un programma di formazione locale per gli ingegneri elettrici.

Articoli correlati