Quando il fiuto dei cani salva le specie in via d’estinzione e fa arrestare i pedofili

Per merito del loro olfatto, i cani sono ora utilizzati per cercare animali a rischio e per catturare pedofili e hacker che usano dispositivi elettronici.

Definire i cani come migliori amici dell’uomo è un cliché, però nel corso dei secoli questi animali hanno dimostrato in più occasioni di essere i più “utili” e disponibili ad aiutare il genere umano. Due notizie recenti sembrano confermare questa predisposizione e testimoniano ancora una volta lo spirito solidale innato dei quadrupedi in questione. Ad attirare elogi in particolare è il prodigioso fiuto dei cani, utilizzato per evitare l’estinzione di specie animali a rischio e persino per combattere hacker e pedofili: ecco come.

Leggi anche: L’olfatto e gli animali: è solo questione di fiuto

cani che annusano dei bagagli
Grazie al loro olfatto, i cani sono ora utilizzati per cercare animali a rischio e per catturare malviventi che usano dispositivi elettronici © Chris Jackson / Getty Images

Cani contro l’estinzione delle specie a rischio

Che l’olfatto dei cani sia sensazionale è risaputo, tanto che questi animali possono odorare addirittura il tumore e il diabete. Ma le qualità del fiuto canino non sono terminate: negli Stati Uniti le associazioni Working dogs for conservation e Conservation canines addestrano i cani a identificare i profumi degli animali in via di estinzione e delle loro tracce, aiutando in questo modo gli scienziati a trovare le specie che potrebbero essere in diminuzione. Odorando i sentieri percorsi dagli animali in difficoltà e scovando i loro escrementi, i quadrupedi possono rivelare dove vivono le specie in pericolo, quante unità sono ancora presenti in un’area circoscritta e tenerle lontane dai predatori. Così facendo gli studiosi non hanno bisogno di catturare la fauna da studiare che può essere lasciata libera di continuare a muoversi senza preoccupazioni ulteriori.

Negli ultimi tempi i cani annusatori hanno rintracciato con successo la volpe di San Joaquin, i lupi grigi, i puma, i pappagalli, le alci, le lontre di fiume, i visoni americani, i furetti dai piedi neri e persino balene e rettili endemici del Nord America che erano a rischio estinzione. Working Dogs for Conservation ha pubblicato a proposito un prezioso bilancio dei risultati ottenuti nel giornale Wildlife society.


Fra gli animali impiegati ci sono una femmina pastore tedesco e due maschi border collie che di recente hanno permesso di recuperare i campioni utilizzati poi per determinare la popolazione, la dieta, l’habitat e la salute delle lucertole leopardo tipiche della California meridionale. “Questo è un modo inestimabile per poterle esaminare” ha detto alla Cnn uno dei ricercatori coinvolti nel progetto. Programmi simili sono già in corso in Nuova Zelanda e altre nazioni: sono stati vantaggiosi per ritrovare gatti selvatici in Australia, manguste in Giappone e persino insetti e formiche in Oceania. Ma i benefici dell’olfatto canino sono serviti anche nel mondo della tecnologia criminale.

cani olfatto fiuto
Le qualità del fiuto dei cani vengono usate da polizia e ricercatori © Oli Scarff / Getty

Cani a caccia di pedofili e hacker

Per merito dei loro 220 milioni di recettori olfattivi rispetto a 5 milioni del naso umano, i cani sono in grado di fiutare persino i dispositivi elettronici, i quali emanano un profumo sconosciuto alle persone. Aziende come la californiana Makork9 stanno addestrando i loro cani per identificare i particolari odori di hard drive, schede micro SD e altri contenitori elettronici adoperati da malviventi per traffici illegali. Nella categoria rientrano molto spesso i pedofili e gli hacker, che sfruttano le capacità di compressione dei marchingegni per spostare e rubare materiale vietato. I cani sono addestrati a sentire l’odore dell’ossido di trifenilfosfina, un composto usato per proteggere i chip di memoria in molti dispositivi di archiviazione elettronica. Già introdotti in alcuni dipartimenti americani di lotta al cybercrime, gli animali stanno facilitando la cattura di malintenzionati che operano su internet ma viaggiano nel mondo reale.

Grazie al loro straordinario olfatto e a una fedeltà esemplare, questi cani si impegnano a migliorare la vita degli altri abitanti della Terra come forse nessun altro essere vivente, compreso l’essere umano, riesce a fare.

Articoli correlati