Kiev diventa la città più inquinata del mondo per l’incendio attorno a Chernobyl

Gli incendi intorno alla ex centrale nucleare di Chernobyl degli scorsi giorni hanno aumentato fortemente i livelli di inquinamento di Kiev.

La città di Kiev ha registrato la peggior qualità dell’aria al mondo, superando anche le città di Hangzhou, Chongqing e Shanghai in Cina. È quanto emerge da un’analisi condotta dall’agenzia di monitoraggio svizzera Iqair.

Leggi anche: Chernobyl, incendio attorno alla centrale. “Radiazioni oltre i limiti”

“Sì è formato dello smog a Kiev e nei dintorni, ma non rappresenta una minaccia radioattiva o chimica. Le radiazioni sono entro i limiti normali”, ha affermato il ministro della salute ucraino Maksym Stepanov.

“Nessun rischio per le radiazioni a Kiev”

Alla popolazione è stato ordinato di rimanere in casa – dove dovrebbero già trovarsi a causa delle restrizioni alla mobilità dovute all’epidemia di coronavirus – e di chiudere le finestre.

“Il fumo sollevato dagli incendi può provocare mal di testa, tosse, difficoltà respiratorie, irritazioni oculari, infiammazioni delle mucose, altre malattie e allergie”, ha aggiunto il ministro.

Articoli correlati