Quante balene sono state uccise nel 2013

La Commissione internazionale per la caccia alle balene ha diffuso i dati relativi al 2013. Il Giappone non è il paese che ha ucciso più cetacei.

Almeno 1.645 balene sono state uccise nel 2013 secondo un rapporto pubblicato mercoledì 17 settembre dalla Commissione internazionale per la caccia alle balene (International whaling commission). La Norvegia è il paese che si è comportato peggio con 594 mammiferi marini uccisi a scopi commerciali.

Sit in di protesta contro l'uccisione di balene
Sit in di protesta contro l’uccisione di balene in Giappone (Photo credit should read WILLIAM WEST/AFP/Getty Images)

Le balene sono protette, ma c’è chi le caccia ancora

Le balene sono protetti da una moratoria sulla caccia commerciale dal 1986, ma sono ancora troppi gli stati che hanno deciso di restarne fuori. Oltre alla Norvegia, anche l’Islanda e la Russia. Poi ci sono regioni che hanno diritto a cacciare le balene entro certe quote purché si tratti di un’attività rispetti le tradizioni delle comunità locali. Una concessione chiamata “caccia aborigena di sussistenza” concessa a condizione che venga compromessa la popolazione. Le regioni che godono di questa concessione sono Groenlandia, Alaska, Siberia e l’arcipelago di Saint Vincent e Grenadine.

Il Giappone e la scusa della ricerca

Il Giappone ha una storia a parte perché sostiene di cacciare le balene a scopo scientifico. Una motivazione respinta quest’anno dalla Corte internazionale di giustizia (Cig) che ha definito “commerciale” il programma giapponese. Nonostante questo, il numero di cetacei uccisi dalle baleniere giapponesi è calato anche grazie alle attività di boicottaggio messe in atto da diverse organizzazioni non governative come Sea Shepherd Conservation Society.

Attivista di Sea Shepherd
Un’attivista di Sea Shepherd, organizzazione che si occupa della difesa degli ecosistemi marini

La classifica dei paesi che hanno ucciso più balene nel 2013 secondo l’Iwc

Norvegia: 594 (caccia commerciale, si oppone alla moratoria)

Giappone: 417 (caccia scientifica secondo il governo, commerciale per la Cig)

Danimarca, Groenlandia: 201 (caccia aborigena)

Islanda: 169 (caccia commerciale, si oppone alla moratoria)

Russia, Siberia: 128 (caccia aborigena)

Stati Uniti, Alaska: 57 (caccia aborigena)

Saint Vincent e Grenadine: 4 (caccia aborigena)

Canada: 3 (non fa parte dell’Iwc)

Corea del Sud: 75 (catture accidentali dovute alla pesca industriale, dati 2012)

Indonesia: numero sconosciuto

Articoli correlati