Ralph Lauren si impegna a contrastare la deforestazione

Il marchio di abbigliamento Ralph Lauren ha annunciato di aver adottato nuove linee guida per rendere sostenibile la propria catena di approvvigionamento.

La Ralph Lauren Corporation, azienda di abbigliamento statunitense, celebre per la linea sportiva Polo, ha finalmente reso più sostenibile la propria catena di approvvigionamento. La società ha infatti annunciato di aver adottato nuove rigorose linee guida per ridurre l’impatto ambientale della propria catena di fornitura delle materie prime, in particolare tracciando la fonte dei tessuti a base di legno, come viscosa e rayon, e contrastare così la deforestazione.

Negozio Ralph Lauren a Natale
La casa di abbigliamento Ralph Lauren è nota soprattutto per il logo del giocatore di polo a cavallo (Photo by Matthew Lloyd/Getty Images)

Moda etica

L’azienda di abbigliamento, fondata nel 1968 dallo stilista e imprenditore americano Ralph Lifshitz, ha dunque varato una nuova politica volta ad eliminare ogni connessione con la distruzione della foresta pluviale e la violazioni dei diritti umani. Halide Alagöz, vice presidente della produzione globale e dell’approvvigionamento di Ralph Lauren, ha dichiarato che l’azienda ha già comunicato questo impegno ai suoi fornitori. Entro la fine dell’anno la società pubblicherà le sue nuove linee guida per l’approvvigionamento, che sono “parte di un’iniziativa più ampia per stabilire tracciabilità, valutazione del rischio e verifica delle materie prime che usiamo”, ha affermato Alagöz.

Ralph Lauren e Rainforest Action Network

La nuova politica di Ralph Lauren sui tessuti a base di legno è stata sviluppata con la collaborazione dell’organizzazione conservazionista Rainforest Action Network. La ong, attraverso la campagna Out of Fashion, mette pressione ai grandi marchi di abbigliamento affinché riducano il proprio impatto sulle foreste. Milioni di alberi vengono infatti abbattuti per la loro polpa di legno che viene poi utilizzata per realizzare tessuti dai grandi marchi della moda. Oltre 60 marchi, tra cui H&M, Zara, Stella McCartney, Asos, Levis Strauss & Co, hanno adottato politiche forestali più sostenibili, ha affermato Brihannala Morgan, attivista di Rainforest Action Network che ha collaborato con Ralph Lauren nello sviluppo delle nuove linee guida.

Deforestazione Indonesia
In Brasile il tasso di deforestazione ha registrato il picco dal 2008 e nell’ultimo anno è aumentata di quasi il 30 per cento (Photo credit should read ROMEO GACAD/AFP/Getty Images)

I consumatori chiedono aziende responsabili

L’annuncio di Ralph Lauren è la conseguenza di una tendenza di mercato che vede i consumatori prediligere marche responsabili dal punto di vista sociale e ambientale. Secondo un recente studio condotto da Europanel e Flamingo per Unilever, quasi un terzo dei consumatori acquista in base alla reputazione dell’azienda.

Articoli correlati