C’è un delivery che rispetta l’ambiente, tutela i rider e supporta la comunità: l’esempio di So.De

So.De è la startup di delivery sociale a Milano che offre un servizio sostenibile, supportando comunità e ambiente.

Sostenibile, sociale, solidale: queste sono le parole chiave che caratterizzano So.De, startup di delivery attiva nell’area di Milano e che ridefinisce il concetto di consegna a domicilio con il suo approccio innovativo ed etico. So.De, infatti, riduce significativamente l’impatto ambientale grazie all’uso di biciclette e cargo bike per le sue consegne. Allo stesso tempo, promuove un’etica del lavoro sostenibile basata sul rispetto delle persone, sul commercio locale e di prossimità, promuovendo un circuito di consumo consapevole, sostenendo le piccole imprese locali e attivando filiere solidali contro lo spreco alimentare.

So.De utilizza cargo bike per le sue consegne.
Cartello che indica il parcheggio per la bici da carico in Germania © iStock

Il settore del delivery in Italia

Negli ultimi anni in Italia l’e-commerce ha visto una crescita esponenziale fino ad attestarsi nel 2023 sui 54,2 miliardi di euro, oltre 6 miliardi in più rispetto al 2022; a dirlo è l’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano. Il segmento food&grocery resta stabile dopo l’impennata del biennio pandemico: ha segnato infatti un +84 per cento tra il 2020 e il 2021 e un altro +17 per cento tra il 2021 e il 2022. Esordita come necessità, la consegna a domicilio è diventata un’abitudine per gran parte degli italiani. Il food delivery, cioè la consegna di piatti pronti da bar, pizzerie e ristoranti, vale 1,8 miliardi di euro e raggiunge il 71 per cento dei nostri connazionali (i dati sono di The European house – Ambrosetti).

Questa espansione rapida ha portato con sé nuove sfide legate non solo all’aumento del traffico e dell’inquinamento nelle città, ma anche alla necessità di regolamentare una professione emergente – quella dei rider – e di aggiornare processi e tecnologie per rispondere efficacemente alla domanda crescente. So.De si inserisce in questo contesto, offrendo una risposta innovativa e sostenibile.

So.De: come funziona

Avviata nel 2021 dall’impresa sociale Magma srl e alimentata dalla visione di Rob de Matt (ristorante, bistrot, ma soprattutto associazione di promozione sociale) e dal bando di crowdfunding civico del cmune di Milano, So.De offre un servizio di qualità in un settore piuttosto competitivo come quello del delivery, riducendone l’impatto ambientale e migliorando le condizioni di lavoro dei propri collaboratori. Per questo, è parte dell’ecosistema di startup sostenibili LifeGate Way.

La particolarità è che, per le sue consegne, la startup si avvale dell’uso di veicoli a basso impatto ambientale come cargo bike ed e-cargo bike. Secondo  uno studio del 2021 del centro di ricerca Active travel academy dell’università di Westminster, questi veicoli emettono il 90 per cento di anidride carbonica in meno rispetto ai furgoni diesel e il 33 per cento in meno rispetto a quelli elettrici. Oltre a tutelare la qualità dell’aria nelle aree urbane, ciò contribuisce anche a una riduzione del traffico e dell’inquinamento acustico, rendendo le città più vivibili.

Utilizzare So.De è semplice. I clienti prenotano una consegna attraverso l’area riservata sulla piattaforma online. Qui configurano i dettagli della spedizione, scelgono tra diverse opzioni di consegna e tracciano il percorso in tempo reale. La piattaforma offre diverse classi di priorità, che vanno da servizi urgenti a consegne programmate, permettendo di scegliere l’opzione più adatta alle proprie esigenze. So.De si rivolge a diversi target: dai privati alle piccole attività fino ad arrivare alle grandi aziende, con flussi anche molto elevati di consegne.

Con oltre 10mila consegne effettuate e quasi 25mila chilometri percorsi, So.De ha evitato l’emissione in atmosfera di 3mila chilogrammi di anidride carbonica.

So.De e il suo approccio olistico alla sostenibilità

Ma l’impegno di So.De non si limita alla sola sostenibilità ambientale. La startup, infatti, si impegna anche in iniziative sociali, a partire dai contratti stabili e dalla formazione continua di lavoratori e lavoratrici, per arrivare fino all’attivazione di progetti di supporto alle comunità locali.

L’approccio sociale di So.De si concretizza in programmi di inclusione lavorativa per persone con storie di emarginazione o fragilità, come giovani Neet (che non studiano, non lavorano e non frequentano programmi di formazione professionale), rifugiati e disoccupati. I suoi percorsi formativi valorizzano le competenze individuali e favoriscono l’inserimento nel tessuto sociale e professionale della città.

Diversi anche i progetti avviati in sinergia con altre realtà. Ad esempio, So.De collabora con iniziative di recupero e redistribuzione di cibo, ritirando prodotti invenduti presso la grande distribuzione e consegnando pacchi alimentari a famiglie in condizioni di fragilità. Questa attività supporta le comunità bisognose e contribuisce anche a combattere lo spreco alimentare.

Tra gli altri progetti solidali spicca Bicicleria 15, un hub multifunzionale per la comunità che combina attività culturali e formative legate al ciclismo e all’arte. La startup inoltre collabora con il programma per la promozione del benessere minorile del comune di Milano, Wish Mi, con workshop di fotografia e bicicletta per i giovani. Altre iniziative includono progetti di solidarietà come la distribuzione di libri sulla pace ai bambini.

Attualmente operativa nell’area di Milano, ma con l’ambizione di espandersi in altre città italiane, So.De si distingue per la sua visione etica e sostenibile. Dimostrando che coniugare il successo commerciale con il rispetto per il Pianeta e per le persone è possibile, anche nel settore delle consegne.

 

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati