“Viaggio nell’Italia che riparte”, tra innovazione e sostenibilità

Il 14 luglio partirà il tour dell’intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà tra le realtà industriali più innovative per poi raccogliere i progetti in un disegno di legge.

Innovazione, sostenibilità e resilienza. Queste le parole d’ordine di “Viaggio nell’Italia che riparte”, iniziativa organizzata dall’intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà. Il progetto, presentato il 9 luglio durante una conferenza stampa alla Camera dei deputati, prenderà il via il prossimo 14 luglio in Campania.

 

L’obiettivo è quello di andare a cercare e valorizzare le migliori e più innovative realtà industriali della penisola, veri e propri esempi di resilienza, ovvero capaci di resistere alla crisi e di rigenerarsi. Il profilo richiesto, però, ricerca imprese in grado, non solo di generare profitto, ma di farlo in modo etico, rispettando l’ambiente e valorizzando il territorio. «Con questa iniziativa la politica esce dal palazzo – ha dichiarato Raffaello Vignali, deputato del Ncd e coordinatore dell’intergruppo – per incontrare e ascoltare i mondi produttivi».

 

Il tour raccoglierà in giro per l’Italia le testimonianze degli imprenditori che hanno saputo creare nuove opportunità attraverso una valorizzazione mirata del territorio e delle sue peculiarità. La prima tappa del viaggio prevede la visita del distretto industriale-agroalimentare di Angri, dei distretti logistici del porto di Napoli e del Cis di Nola e infine dei distretti aerospaziale, aviospazio e automotive di Capua. Dal Sud al Nord, l’1 e il 2 agosto “Viaggio nell’Italia che riparte” si dirigerà in Lombardia per scoprire le innovazioni proposte dal distretto del mobile della Brianza e dal settore turistico del territorio di Ponte di Legno.

 

«Vogliamo andare a scoprire queste realtà e raccontare in occasione del semestre europeo di presidenza italiana – ha spiegato Vignali – un’Italia innovativa che ripartendo dal territorio sta sfidando la globalizzazione e la crisi». Le testimonianze, le idee e i progetti, ha concluso uno degli organizzatori dell’iniziativa, Guglielmo Vaccaro del Pd, saranno infine raccolti in un Disegno di legge a sostegno della competitività e della sostenibilità.

Articoli correlati