In Australia le rinnovabili crescono 10 volte più rapidamente che nel resto del mondo

In due anni l’Australia installerà più di 16 GW di rinnovabili, tra energia eolica e solare. Molti Stati australiani puntano infatti al 100 per cento di produzione da energia rinnovabile.

I prossimi saranno due anni di record per l’Australia. Sono previste infatti nuove installazioni per circa 16 GW di nuova energia rinnovabile, tra solare ed eolico. Tra questi ci sono almeno 6 GW di progetti su larga scala, di cui 2,5 GW di nuovi parchi solari e 3,5 GW di impianti eolici. Una crescita esponenziale che vede l’Australia come il paese con il più alto tasso di crescita per quanto riguarda le rinnovabili.

australia
Le due fonti principali, solare ed eolico, sono praticamente raddoppiate in un solo anno, passando dai 2,2 GW del 2017 ai 5,1 del 2018 © Scott Barbour/Stringer

A riportare i dati è un articolo pubblicato su The Conversation, dove si stima che l’Australia, se la tendenza registrata dovesse continuare, potrebbe raggiungere gli obiettivi posti dal governo Rudd nel 2009, che prevedeva appunto di toccare quota 41mila gigawattora di energia da fonte a basse emissioni di CO2, poi ridotti a 33mila dalla coalizione del 2015.

Solare ed eolico da record in Australia

Sta di fatto che le due fonti principali, solare ed eolico, sono praticamente raddoppiate in un solo anno, passando dai 2,2 GW del 2017 ai 5,1 del 2018. Un aumento che dal 2017 è cresciuto di ben 10 volte, complice la riduzione dei costi che permette il ritorno dell’investimento in un periodo che va dai due ai sette anni. In crescita anche le installazioni domestiche come i tetti solari, che stanno portando l’Australia sulla buona strada per raggiungere 1,9 GW entro la fine di quest’anno, anche questo un altro record.

batteria
Musk a luglio 2017, durante la presentazione della super batteria in Australia. Foto © Mark Brake / Stringer

Sono molti gli stati che hanno scommesso sulle rinnovabili. Il Territorio della capitale australiana (Act) ha stipulato contratti di fornitura di energia elettrica 100 per cento rinnovabile. Lo stato del Queensland e di Victoria hanno entrambi l’obiettivo di raggiungere la quota del 50 per cento di produzione da fonti rinnovabili, mentre l’Australia del Sud prevede di raggiungere il 100 per cento entro il 2025.

Australia
L’Australia è, insieme a Canada e Stati Uniti, tra i più grandi emettitori del pianeta © OurWorldinData

L’Australia continua ad essere tra i grandi emettitori

Se da una parte la crescita dell’energia rinnovabile va ad incidere sul taglio delle emissioni, ad oggi l’Australia è, insieme a Canada e Stati Uniti, tra i più grandi emettitori del pianeta. Il paese ha un’impronta media pro capite di 17 tonnellate, superiore a quella degli Stati Uniti (16,2 tonnellate) e dal Canada (15,6 tonnellate) (fonte: Ourworldindata.org). Finora l’unico obiettivo dichiarato è quello di una riduzione delle emissioni del 26-28 per cento entro il 2030. Ma manca un impegno che guardi ben al di là, al 2050, come richiesto durante l’ultimo summit sul clima di New York, dove si chiedeva ai paesi di raggiungere la neutralità in fatto di emissioni entro metà secolo.

Articoli correlati