Campagna no smog: blocchi alla circolazione, ma il car sharing elettrico costa 1 euro

In questi giorni si stanno superando un po’ ovunque le soglie critiche di smog in città e si moltiplicano le iniziative per la mobilità sostenibile. Il car sharing è una soluzione immediata, praticabile, conveniente. Soprattutto ora che costa 1 euro.

In tutte le grandi capitali europee i servizi di car sharing stanno avendo un successo strabiliante. È sicuramente un servizio importante, sia per il suo ruolo di cambiare l’atteggiamento delle persone dal concetto del possesso a quello dell’accesso, sia perché spesso i mezzi scelti dalle società sono più nuovi, efficienti, ecologici.

Il car sharing riduce traffico e inquinamento

È comprovato che il car sharing contribuisce decisamente a ridurre traffico e inquinamento in città. Secondo uno studio dell’University of California Transportation Center la formula è efficace su due fronti. Prima dell’introduzione del servizio di car sharing nell’area urbana presa a modello nel 2011 si possedevano 0,43 automobili per nucleo familiare, dopo l’introduzione del servizio 0,24. Ridurre il numero di auto circolanti e in cerca di parcheggio dà un sostanzioso contributo alla riduzione degli spazi occupati, dell’impronta a terra, oltre che dello smog.

L’altro è che le automobili scelte dalle aziende fornitrici sono le più ecoefficienti, evolute ed ecologiche.

Il blocco della circolazione a Milano è in vigore da oggi, 9 dicembre 2015, per 3 giorni per tutti i veicoli Diesel Euro 3 senza  Fap (filtro anti particolato)
Il blocco della circolazione a Milano è in vigore da oggi, 9 dicembre 2015, per 3 giorni per tutti i veicoli Diesel Euro 3 senza Fap (filtro anti particolato)

Inverno senza piogge, smog e blocchi alla circolazione

Il blocco della circolazione a Milano è in vigore da oggi, 9 dicembre 2015, per 3 giorni per tutti i veicoli Diesel Euro 3 senza Fap (filtro anti particolato). Le precipitazioni nel Nord Italia molto al di sotto delle medie stagionali fanno sì che in tutte le aree urbane del Centro-Nord italiano si registrino innalzamenti oltre le soglie di sicurezza dei livelli di inquinamento e in particolare delle polveri sottili più pericolose (PM10).

A ciò si deve il superamento delle soglie di tolleranza a Firenze Signa il 6 dicembre con livelli di PM10 superiori a 71 µg/m³ e il blocco del traffico nell’area metropolitana milanese che per dieci giorni consecutivi ha superato il livello massimo di 50 µg/m³.

Per 3 giorni da oggi il costo dell’iscrizione a Share’Ngo è ridotta da 10€ a 1€.
Per 3 giorni da oggi il costo dell’iscrizione a Share’Ngo è ridotta da 10€ a 1€.

Campagna no smog a Milano: per tre giorni iscrizione a 1 euro al car sharing elettrico

Ogni iniziativa volta a ridurre traffico e inquinamento, verso una mobilità sostenibile, è benvenuta. Per agevolare il più possibile l’adozione di comportamenti ecovirtuosi, Share’Ngo ha deciso di abbassare drasticamente la soglia d’accesso ai suoi servizi. Per 3 giorni da oggi il costo dell’iscrizione a Share’Ngo è ridotta da 10 a 1 €. Le auto scelte da Share’Ngo sono microcar al 100% elettriche e ad alte prestazioni, con oltre 120 km d’autonomia e gli equipaggiamenti tipici di una citycar: 2 posti, 300 litri di bagagliaio, servofreno, servosterzo, sensore posteriore di parcheggio, condizionatore, sedili regolabili e l’invidiabile ripresa ai semafori tipica delle macchine elettriche.

Articoli correlati