Inquinamento al nord, livelli ancora alle stelle ma è prevista una tregua

La coltre di smog sulla Pianura padana fotografata dallo spazio dall’astronauta Paolo Nespoli potrebbe ridursi da domenica con l’arrivo di una perturbazione.

La quantità di Pm10, ovvero di polveri presenti nell’aria, ha raggiunto quote allarmanti negli ultimi giorni in molte città dell’Italia settentrionale, tra cui Milano e Torino. Tra domenica e lunedì è però previsto l’arrivo di un fronte freddo sul nostro paese, che grazie a piogge e vento diminuirà il livello di smog.

Milano, Torino e Bergamo le città più ricche di smog

Milano ha adottato in questi giorni le misure temporanee anti inquinamento, mentre la situazione a Torino è talmente grave che il sindaco ha invitato i cittadini a tenere chiuse le finestre e a non fare sport all’aperto. Come segnalato dal sito di meteorologia 3Bmeteo.com, la concentrazione di smog continuerà a salire “fino alle prime ore di domenica, rivelando una qualità dell’aria scarsa/pessima e con valori di Pm10 che in alcuni casi potranno sfiorare i 100 microgrammi su metro cubo”.

La città di Milano
A Milano i livelli di Pm10 hanno superato la soglia di allerta per quattro giorni consecutivi © Ingimage

Leggi anche: La foto dell’astronauta Nespoli dallo spazio dimostra che la Pianura padana ha un problema di inquinamento

Fortunatamente domenica è previsto l’arrivo di una perturbazione che “grazie all’incremento della ventilazione nei bassi strati e alle precipitazioni”, come segnala il meteorologo Fabio Da Lio di 3Bmeteo.com, causerà un rimescolamento dell’aria e di conseguenza una ridotta concentrazione di sostanze inquinanti.

Articoli correlati