Best practice

Con Momenti da non sprecare la lotta allo spreco alimentare inizia a scuola e in famiglia

Con il progetto educativo Momenti da non sprecare e con il concorso Talent Kitchen, Whirlpool porta nelle scuole il tema dello spreco alimentare. Un percorso creativo premiante e solidale.

In un’epoca storica in cui 768 milioni di persone (quasi il 10 per cento dell’umanità) soffrono ancora la fame, i numeri dello spreco alimentare – con i suoi 931 milioni di tonnellate di cibo persi in un solo anno – suonano davvero insopportabili. Tanto più che il cibo perso rappresenta il 38 per cento del consumo totale di energia nel sistema alimentare globale (nel 2019 secondo il Food waste index report 2021 delle Nazioni Unite). Ridurre questa percentuale significherebbe, quindi, abbattere in modo significativo le emissioni di gas serra, responsabili del riscaldamento globale, diminuendo anche lo sfruttamento di risorse preziose come l’acqua e il consumo di territorio.

cibo organico
L’obiettivo di sostenibilità numero 12.3 dell’Agenda 2030 dell’Onu mira al dimezzamento dello spreco di alimenti entro il prossimo decennio © Pexels/Sarah Chai

Ecco perché, in un mondo che si avvicina a dover sfamare 8 miliardi di individui, le nostre scelte alimentari e la capacità di non sprecare il cibo diventano armi cruciali nella lotta alla crisi ambientale. Un obiettivo, quello di creare sistemi alimentari sostenibili, previsto anche dall’Agenda 2030 dell’Onu accanto all’impegno di “nutrire tutti gli abitanti della Terra”.

A casa si spreca ancora troppo

Si potrebbe immaginare che i principali responsabili di questa enorme quantità di cibo sprecato siano da individuare all’interno del sistema della ristorazione o della grande distribuzione. Invece il primato tocca al contesto casalingo. Il 61 per cento di quei  931 milioni di tonnellate di cibo sprecato si è verificato nelle famiglie. Sensibilizzare i cittadini a un consumo più attento e a una spesa più oculata diventa quindi fondamentale. E quando si vuole arrivare in modo efficace agli adulti per diffondere buone pratiche e nuove consapevolezze il migliore volano sono sempre i bambini e le istituzioni scolastiche. Ecco perché sempre più aziende decidono di investire le proprie risorse e il proprio impegno nella divulgazione attraverso progetti e concorsi dedicati agli studenti.

Un kit didattico del progetto Momenti da non sprecare
Il progetto educativo Momenti da non sprecare di Whirlpool mette a disposizione di scuole e famiglie kit didattici sul tema dell’alimentazione e dello spreco di cibo © Whirlpool

I Momenti da non sprecare di Whirlpool

Un progetto educativo dedicato al tema del consumo alimentare, sostenibile e solidale è Momenti da non sprecare, ideato da Whirlpool e giunto quest’anno alla sua quinta edizione. Attraverso un portale web dedicato, l’iniziativa mette a disposizione degli insegnanti strumenti didattici e kit digitali con cui aiutare gli studenti a familiarizzare con le modalità antispreco: si va dalle buone pratiche in cucina, alla stagionalità degli alimenti, fino agli equilibri nutrizionali e ai metodi di conservazione e riutilizzo del cibo in modo corretto con gli strumenti tecnologici più adatti.

“Ogni anno i cittadini del nostro Continente sprecano oltre 87 milioni di tonnellate di cibo, ovvero 173 chilogrammi a persona. Il numero non solo ci fa riflettere, ma ci spinge ancora di più a fare qualcosa di concreto per contrastare il fenomeno”, afferma Maurizio David Sberna, direttore comunicazione Corporate Emea di Whirlpool Corporation. “Momenti da non sprecare è uno strumento educativo che ha dimostrato, per il quinto anno di fila, di aiutare a far riflettere e sensibilizzare bambini e famiglie sul consumo alimentare sostenibile. Come produttori di elettrodomestici che hanno come scopo migliorare la vita nelle case delle persone, consideriamo la lotta allo spreco alimentare una priorità sia nella nostra strategia di responsabilità sociale e sostenibilità, sia nelle nostre innovazioni di prodotto per l’efficienza nella conservazione e nella cottura del cibo.”

In quest’ultima edizione del progetto, che ha visto la partecipazione di 1.300 scuole primarie in tutta Italia e di oltre 36mila alunni, i partecipanti hanno potuto seguire uno specifico percorso dedicato alle cinque tappe della filiera alimentare: produzione, acquisto, conservazione, lavorazione e consumo. Un modo diverso e utile per scoprire le proprietà nutrizionali degli alimenti, imparare come i cibi vengono prodotti, trasportati, trasformati, quali risorse e che tipo di lavoro viene effettuato durante tutto il processo e qual è il modo corretto di conservare il cibo a casa.

Il kitchen game di Momenti da non sprecare
La quinta edizione del concorso Momenti da non sprecare si è focalizzata sul tema della filiera alimentare © Whirlpool

Talent Kitchen, i bambini si mettono in gioco

Tra le attività proposte dal progetto, Whirlpool ha inserito anche la possibilità di partecipare al concorso educativo nazionale Talent Kitchen – Storie di cibo che non si spreca, che ha raccolto oltre 550 elaborati inviati dai bambini di 200 classi. Per l’occasione i giovanissimi studenti si sono trasformati in testimonial antispreco, dando sfogo alla fantasia attraverso disegni, racconti, video, fumetti e ricette. Tanti modi diversi per provare a raccontare in modo originale e creativo l’importanza di adottare quotidianamente comportamenti consapevoli in cucina e a tavola.

A vincere la sfida, conquistando la giuria composta da esperti della scuola, giornalisti, rappresentanti dell’associazione Banco Alimentare Lombardia e di Whirlpool, sono stati i bambini delle classi 2A – 2B della scuola primaria Giovanni Pascoli di Ripalta Cremasca (Cremona) con il loro Foody, un simpatico amico che li ha accompagnati nella scoperta della filiera alimentare e nella realizzazione di tante ricette antispreco create dai bambini con le loro famiglie. Al secondo posto, a pari merito, si sono classificate tutte le classi dell’istituto Canossiano Limonta di Milano e la classe 4C della scuola primaria Giovanni Falcone di Napoli, con i loro progetti interattivi che hanno coinvolto tutta la scuola in un percorso di consumo responsabile supportato persino da una pubblicità progresso con protagonista una mela.

La lotta allo spreco passa anche dalla solidarietà

Parallelamente al progetto, Whirlpool ha deciso di sostenere Fondazione Banco Alimentare Onlus, effettuando una donazione per ogni classe che ha partecipato al Talent Kitchen. Un modo concreto per sostenere la rete di organizzazioni quotidianamente impegnate nel recupero delle eccedenze alimentari e nella loro redistribuzione alle strutture caritative. Settore che durante la pandemia si è rivelato ancora una volta indispensabile nel sostegno alle marginalità e ai più vulnerabili.

“Ringraziamo di cuore Whirlpool che ci ha voluto al suo fianco anche in questa nuova edizione del progetto”, ha commentato Giovanni Bruno, presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus. “È per noi importante sostenere l’educazione delle nuove generazioni in questo percorso di lotta allo spreco alimentare. Grazie alla donazione ricevuta anche quest’anno abbiamo potuto portare avanti le nostre attività di raccolta e redistribuzione delle eccedenze alimentari, contribuendo a ridurre lo spreco e al nostro impegno verso le sempre maggiori richieste di supporto alimentare che ci giungono ogni giorno”.

La partecipazione registrata quest’anno ha già convinto Whirlpool a mettere in programma la nuova edizione di Momenti da non sprecare, con l’idea di coinvolgere sempre più scuole e paesi nell’area Europa, Medio Oriente, Africa e Russia. Per una lotta allo spreco sempre più globale.

L'autenticità di questa notizia è certificata in blockchain. Scopri di più
Articoli correlati