Sughero sostenibile, i prodotti Coverd soddisfano i Criteri ambientali minimi

Gli isolanti Coverd hanno i requisiti di sostenibilità necessari per l’utilizzo in lavori di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici.

Il sughero, che si ricava dalla corteccia della quercia da sughero (Quercus suber), è un piccolo capolavoro di ingegneria della natura. Lo strato esterno della corteccia di questi antichi alberi, evolutasi per adattarsi al rischio di disidratazione, è composto da cellule che formano un tessuto omogeneo ed elastico, in grado di offrire un buon isolamento termico e acustico degli edifici.

Isolante e traspirante, il sughero consente di risparmiare energia, abbattere i costi di gestione dell’edificio e limitare le emissioni inquinanti.

Il sughero si ricava dalla corteccia della quercia da sughero, gli alberi vengono decorticati ogni nove-dieci anni © Ingimage

Isolare in maniera naturale

I prodotti in sughero naturale biondo realizzati da Coverd, azienda lombarda nata per promuovere l’utilizzo di prodotti isolanti naturali per il mercato della bioedilizia, sono stati riconosciuti conformi ai Criteri ambientali minimi (Cam) idonei per l’utilizzo in lavori di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici e privati.

I Cam, adottati con decreto del ministro dell’Ambiente, sono requisiti ambientali definiti per diverse categorie, sviluppati per individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale. Consentono dunque di diffondere le tecnologie ambientali e i prodotti sostenibili, favorendo la virtuosità dell’intero comparto.

 

Ecobonus in arrivo

L’ambito di applicazione del decreto, ha precisato Coverd, riguarda l’edilizia pubblica, ma i Cam potrebbero presto essere estesi anche all’ambito privato. “Il decreto rilancio prevede un consistente bonus fiscale per le ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche del 110 per cento, ponendo però alcune condizioni progettuali, tra le quali la corrispondenza dei materiali isolanti ai Criteri ambientali minimi previsti nel decreto per l’edilizia pubblica”, si legge nel comunicato dell’azienda lecchese.

Il sughero è un materiale naturale dalle origini antichissime, atossico, biologicamente puro, inalterabile, impermeabile, traspirante e resistente © Ingimage

Più valore alla sostenibilità

Affidarsi a prodotti ecosostenibili, come gli isolanti in sughero biondo naturale Coverd, ottenuti dalla macinatura, stagionatura e lavorazione della corteccia della quercia da sughero, è pertanto conveniente sia da un punto di vista ambientale che economico.

La lavorazione e la trasformazione del sughero utilizzato da Coverd vengono effettuate utilizzando esclusivamente energia rinnovabile, fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e biomassa (dagli scarti impuri della corteccia) per la produzione di energia termica necessaria. Secondo recenti studi la corteccia di sughero, nella fase di crescita, assorbe circa 1,6 chili di CO2 per ogni chilo di materiale, “se consideriamo inoltre che il pannello installato SoKoVerd riduce drasticamente i consumi di combustibili fossili utilizzati per il riscaldamento e il raffrescamento degli edifici – riporta il portale di Coverd – possiamo affermare che il sughero biondo naturale è per eccellenza il materiale amico dell’ambiente”.

Articoli correlati