Terremoto ad Haiti: 1.419 morti mentre continuano le ricerche

Le autorità locali hanno confermato che il terremoto ad Haiti ha causato almeno 1.419 morti dopo la scossa di magnitudo 7,2 nella nazione caraibica.

Il terremoto ad Haiti del 14 agosto 2021 ha causato almeno 1.419 morti secondo le autorità locali. Le scosse avvenute nella giornata di sabato hanno raggiunto la magnitudo di 7,2 provocando la distruzione della città di Les Cayes e dei suoi dintorni. Al momento le ricerche continuano nella zona meridionale della nazione caraibica, che occupa la parte sinistra dell’isola Hispaniola condivisa con la Repubblica Dominicana. Secondo il sito della Bbc, un numero imprecisato di persone sono disperse e circa 5.700 sono rimaste ferite.

Terremoto Haiti, le città colpite

I sismografi della zona hanno individuato l’epicentro del terremoto ad Haiti a otto chilometri dalla città di Petit Trou de Nippes, che si trova a circa 70 chilometri dalle più popolose Les Cayes e Jeremie ed è situata 200 chilometri a ovest di Port-au-Prince, la capitale. Per il sisma, sentito fino in Giamaica a oltre 300 chilometri di distanza, era stato inviato un allarme tsunami ai cittadini, poi annullato. Le scosse sono state più forti di quelle del terremoto del 2010, che raggiunsero magnitudo 7,0 e causarono la morte di 230mila persone in tutta Haiti. La zona di Les Cayes è inoltre reduce dai danni provocati dall’uragano Matthew del 2016.

Un edificio che ospitava studenti di medicina, impiegati ospedalieri e due medici è crollato, intrappolando coloro che erano più necessari per fornire aiuto, ha affermato al New York Times il dottor James Pierre, chirurgo dell’ospedale generale di Les Cayes, noto anche come Hospital Immaculée Conception. Sui social media aumentano i video realizzati dai residenti impegnati a cercare fra le macerie mentre il primo ministro Ariel Henry ha dichiarato lo stato di emergenza per i prossimi trenta giorni e ha invitato la popolazione a mostrare solidarietà. “La cosa più importante è recuperare il maggior numero possibile di sopravvissuti sotto le macerie – ha detto sabato – Abbiamo appreso che gli ospedali locali, in particolare quello di Les Cayes, sono colmi di persone ferite”.

Gli aiuti dall’estero per Haiti

Come in altre tragiche occasioni, la comunità internazionale sta provvedendo ad aiutare Haiti: il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato di aver autorizzato una risposta immediata attraverso il programma Usaid. L’Onu ha detto di essere pronta all’impiego di forze di salvataggio; la vicina Repubblica Dominicana si è offerta di inviare cibo e attrezzature mediche, così come Cuba.

terremoto Haiti agosto 2021
Haiti erà stata distrutta dal terremoto del 2010 © Photo by Richard Pierrin/Getty Images)

Il sisma del 14 agosto 2021 aggrava i problemi che affliggono una nazione impoverita, che di recente è stata al centro  di una crisi politica in seguito all’assassinio del suo presidente Jovenel Moïse il 7 luglio 2021. Gli 11 milioni di haitiani devono ora far fronte all’ennesimo disastro naturale che ha colpito la loro terra.

Articoli correlati