Una casa davvero a misura di cane, consigli e accortezze

La nostra casa rispetta realmente le esigenze del nostro amico a quattro zampe? Ecco una guida ragionata per una dimora davvero a misura di cane.

Una casa grande, accogliente, con mobilio funzionale e sostenibile in termini di materiali e strutture. Ma siamo sicuri che gli ambienti del nostro focolare domestico siano realmente anche a misura di cane? E che i nostri amici a quattro zampe ci si trovino a loro agio e, soprattutto, siano sicuri e protetti nel loro vivere quotidiano? Con l’aiuto di Msd animal health, azienda leader mondiale nel campo della salute animale, e del suo ecosistema digitale We are family, vediamo di fare il punto della situazione prendendo in esame le varie stanze della nostra casa.

Cucina

È uno degli ambienti fondamentali della casa. Ed è anche il luogo preferito dal nostro amico a quattro zampe che, spesso, lo predilige in quanto fonte inesauribile di cibarie e leccornie varie. A questo proposito è bene ricordare che alcuni cibi della nostra alimentazione – come cioccolato, caffè e cipolle – possono essere tossici per i cani. Tenerli sempre fuori dalla loro portata può essere basilare per scongiurare problematiche gastrointestinali anche piuttosto gravi.

È importante assicurarsi, inoltre, che ogni alimento sia conservato correttamente e in modo da sfuggire a eventuali mire fameliche del nostro amico. Occhio alla pattumiera: dovrà essere coperta in modo sicuro e a prova di… zampe. I detersivi dovranno essere posti fuori dalla portata del cagnolino, così come insetticidi, polveri disincrostanti, anticalcare, ecc.

cane nascosto sul divano
In soggiorno ci sono spesso elementi che possono disturbare il benessere del nostro cane © Pixabay

Soggiorno e salotto

È bello stare distesi sul divano con il proprio amico a quattro zampe, ma è anche saggio ricordare che un cane incline a masticare – e ciò succede, purtroppo, a tutte le età – può facilmente danneggiare poltrone e divani, e insieme a loro coperte e plaid anche di pregio. Tenerne conto diventa importante non solo per il nostro portafoglio e per l’estetica della nostra dimora, ma anche perché i cani che ingeriscono stoffe e tappeti possono andare incontro a coliche e a occlusioni intestinali spesso molto gravi.

È anche basilare tenere i cavi elettrici nascosti e assicurarsi di schermare il caminetto visto che, soprattutto i cuccioli, possono avere la tendenza a scavare cenere e legnetti, magari giocando, e ingerirli. Se avete delle piante domestiche da appartamento ricordate che alcune di queste possono essere velenose per il cane. Inoltre, in presenza di balconi e terrazze privi di protezioni (una rete spessa qualche volta è indispensabile) è importante tenere le porte chiuse in modo che il cucciolo di casa non possa uscire dalla stanza.

cane in casa
In casa ci sono pericoli nascosti in ogni stanza © Pixabay

Bagno e sanitari

È risaputo che i cani amano molto bere l’acqua del water che diventa per loro come una fontanella domestica. Un altro sport piacevole per loro è quello di sminuzzare i rotoli di carta igienica e cercare fazzoletti di carta (gustosissimi per loro) nei cestini dell’immondizia lasciati aperti nel bagno. La soluzione? Porta del bagno chiusa tassativamente e nessuno spiraglio aperto che permetta al piccolo distruttore di penetrare nella stanza.

Mentre queste avventure sembrano relativamente di poco conto, ci sono pericoli più gravi nel bagno che richiedono attenzione come medicinali, detergenti per la casa, rasoi, disincrostanti per lo scarico: tutte cose da tenere chiuse in armadietti il più possibile non alla portata e all’altezza… di cane. Teniamo presente, inoltre, che i potpourri profumati possono spesso sollecitare l’interesse del nostro amico a quattro zampe che potrebbe ingoiarli tentando di giocarci. Anche loro, quindi, andranno posti in luoghi che non possano essere raggiunti, soprattutto se il cane è alto o predilige salti e acrobazie varie.

cane giardino
In giardino e in cortile possono nascondersi insidie per i nostri amici a quattro zampe © Pixabay

Camera da letto

Come qualsiasi altra stanza della casa, la camera da letto può presentare diversi rischi per il cane. In prima fila anche in questo ambiente i fili elettrici esposti, le corde delle tende e i tendaggi stessi se lunghi e drappeggiati. Una buona regola è quella di usare tende a vetro in modo da non sollecitare l’interesse del cagnolino o di fermare la tenda con gli appositi fermagli a muro.

Occhio anche agli oggetti di piccole dimensioni, come le monete e i gioielli: è bene non lasciarli in vista e a portata di zampa in quanto, se ingeriti, potrebbero causare soffocamento o problemi gastroenterici anche piuttosto gravi come occlusioni intestinali e corpi estranei da rimuovere in stomaco e intestino.

Alcuni cani hanno, inoltre, un’antipatica quanto pericolosa predisposizione per le calze e i collant. Attenzione, quindi, a non lasciare questi indumenti incustoditi su poltrone o sedie. Anche in questo ambiente, infine, è importante ricordare di tenere le finestre chiuse per evitare una fuga o una caduta accidentale.

cane sdraiato
Siamo sicuri che la nostra casa sia realmente a misura di cane? © Pixabay

Garage e cortile

Il garage di casa è un ambiente che contiene molti potenziali pericoli per il cane, come l’antigelo per esempio o l’esca per roditori, entrambi letali se consumati. Esistono anche potenziali rischi nel cortile esterno all’abitazione che si possono prevenire prendendo alcuni provvedimenti. Un esempio? Recintare lo spazio aperto, se possibile, in modo da impedire al cane di scappare. Sarebbe bene anche mettere una recinzione intorno alle piscine interrate perché rappresentano un grosso rischio per i cuccioli o i giovani adulti in vena di esplorazioni.

Le piante tossiche vanno evitate in  giardino (un esempio è l’oleandro), e il prato va tagliato spesso e ben curato. È più probabile che le zecche siano in agguato nell’erba alta, infatti, e ci siano anche altri piccoli insetti in grado di causare problemi a cute, orecchi o occhi del nostro amico a quattro zampe. Attenzione anche ai mucchi di compost, pacciame e fertilizzanti, che possono essere nocivi al cane se ingeriti.

Articoli correlati