Proteggere gli occhi d’estate, consigli e rimedi naturali

Gli occhi, considerati lo specchio dell’anima, sono la finestra sul mondo grazie alla quale, attraverso la luce, catturiamo immagini ed informazioni. Proteggerli è doveroso sempre, ma soprattutto durante l’estate.

La vista è l’ultimo dei nostri sensi a svilupparsi. All’interno del grembo materno, gli occhi si aprono solo intorno al sesto mese, quando la retina è completamente sviluppata, regalando al feto la possibilità di percepire la luce del sole. Alla nascita la vista è sfuocata, ma in pochi mesi si è in grado di distinguere forme e colori.

Attraverso gli occhi viviamo la vita, osserviamo il mondo e condividiamo sguardi con altri esseri viventi. Possiamo chiuderli per non vedere ciò che ci spaventa o non ci piace e spalancarli quando qualcosa ci affascina e ci sorprende.

Proprio perché sono considerati l’organo di senso più importante e delicato che abbiamo, gli occhi sono da proteggere con cura, sempre. Ma è soprattutto nella stagione estiva che dobbiamo avere qualche accortezza in più perché si aggiungono stimoli che possono danneggiare la delicata struttura dell’occhio.

L’occhio e la sua delicatezza

L’occhio è un organo di senso estremamente delicato e il meccanismo visivo parecchio complesso. Tentando di riassumere e semplificare possiamo considerare l’occhio una piccola sfera inserita in una cavità chiamata orbita con più membrane a protezione della parte anteriore – la sclera, la congiuntiva e la cornea, membrana trasparente che permette l’ingresso della luce nell’occhio e che si trova proprio davanti alla pupilla e all’iride.

Occhio di donna
L’occhio è un organo di senso estremamente delicato e complesso © Ingimage

A seguire troviamo il cristallino, la retina – in cui è presente una parte delicatissima chiamata macula –, i fotorecettori e i nervi ottici, i quali inviano impulsi nervosi al cervello che li elabora e li trasforma in immagini. Nella piccola cavità fra il cristallino e la cornea troviamo una parte liquida, umor acqueo, e subito dietro una parte gelatinosa chiamata umor vitreo: insieme danno vita alla forma dell’occhio.

Gli occhi ed i loro nemici estivi

Durante la stagione estiva capita di frequentare in modo più assiduo ambienti a rischio o semplicemente di trascorrere più tempo all’aria aperta. Mare e spiaggia sono all’ordine del giorno in vacanza, lunghe passeggiate per chi sceglie la montagna e completo relax in riva al lago o al fiume. Tutte situazioni piacevoli, durante le quali dobbiamo ricordarci di proteggere anche gli occhi oltre al resto del corpo.

Se durante l’anno computer e televisione affaticano la vista, in estate è il sole l’avversario per eccellenza che con la sua intensità può essere veramente un pericolo per gli occhi.

La congiuntiva e la cornea potrebbero andare incontro a fastidiose infiammazioni i cui sintomi si manifestano con forte lacrimazione, gonfiore, dolore e prurito. Ancor peggio se siamo colpiti da maculopatia fototraumatica, un danno a carico della retina, conseguenza di uno sguardo troppo diretto e per lungo tempo in direzione dei raggi solari. Inoltre l’eccesso di raggi uv può danneggiare il cristallino rendendolo meno trasparente e reattivo.

Ma il rischio più frequente è la disidratazione, sia per il caldo costante a cui l’occhio è sottoposto sia per i meccanismi esterni quali ventilatori e aria condizionata che causano maggior secchezza agli occhi, troppo spesso sottovalutata.

Leggi anche: Come avere gli occhi belli, metodi naturali contro lo sguardo spento

Famiglia al mare
Durante le giornate al mare ricordiamoci di proteggere gli occhi da sole e salsedine © Ingimage

Attenzione all’acqua salmastra e alla sabbia che accidentalmente entra negli occhi, estremamente irritante e veicolo di batteri indesiderati che potrebbero causare una spiacevole congiuntivite, patologia dell’occhio estremamente contagiosa. Obbligatorio sciacquare immediatamente gli occhi molto attentamente e sconsigliato vivamente andare in spiaggia con lenti a contatto perché bastano pochi granelli sotto la lente per creare lesioni importanti o infezioni faticose da risolvere. Anche il clima caldo-umido può dare vita ad una maggiore proliferazione di batteri che possono colpire più facilmente le mucose oculari.

Leggi anche: Abbronzatura perfetta e senza rischi con i rimedi giusti

Occorre riguardo quando ci spalmiamo la crema o gli oli solari. Se da un lato tutelano la pelle da spiacevoli scottature, dall’altro dobbiamo stare attenti ad evitare il contatto con gli occhi: spesso contengono sostanze molto irritanti per le mucose dell’apparato oculare o banalmente si può essere allergici ad alcuni componenti, ad esempio i parabeni che sulla pelle non danno alcun fastidio ma se penetrano nell’occhio possono causare forte irritazione.

Bagno in piscina
Il cloro della piscina può essere molto irritante per gli occhi soprattutto in estate unito al riverbero del sole sull’acqua © Ingimage

Esattamente come il cloro delle piscine che può far diventare i nostri occhi delle sfere infuocate e rendere la vista per breve tempo sfocata. Attenzione anche ai sostenitori dei bagni nel fiume e agli affezionati del lago perché può capitare di immergersi in acque non particolarmente salubri. Al lago i residui di carburante dei motoscafi sono purtroppo percepibili a pelo d’acqua e nei fiumi possono scorrere sostanze inquinanti.

Evitiamo le giornate di forte vento se non vogliamo trovarci con una congiuntiva molto irritata e dolente e non esponiamo troppo lo sguardo al riverbero del sole sull’acqua o sulle pagine bianche di un libro.

Consigli e rimedi naturali per la salute degli occhi

Il consiglio primo è di munirsi di occhiali protettivi, in particolare quelli fascianti che ci proteggono totalmente sia dal sole che dal vento. Cerchiamo di non volgere lo sguardo alla luce diretta del sole e teniamo gli occhiali protettivi anche durante la lettura, oppure privilegiamo le zone ombreggiate.

È utile tenere a portata di mano una soluzione rinfrescante per gli occhi a base di acqua distillata di eufrasia, pianta altamente decongestionante e antinfiammatoria, unita a distillato di calendula, camomilla e fiordaliso con aggiunta di acido ialuronico, che ripristina una corretta idratazione in breve tempo e la mantiene costante. Se sospettiamo un’infezione optiamo per un prodotto che oltre ai componenti antinfiammatori abbia fra gli ingredienti l’estratto glicerico di semi di pompelmo, altamente antibatterico.

Semi di finocchio
Usiamo l’infuso di finocchio per decongestionare occhi arrossati © Ingimage

Non guastano impacchi serali con infuso di finocchio o di camomilla in grado di alleviare i sintomi irritativi in breve tempo.

Ricordiamo sempre che i soggetti maggiormente esposti sono i bambini, quindi adottiamo anche preventivamente i rimedi indicati, con una corretta pulizia serale degli occhi e qualche goccia rinfrescante e decongestionante prima del riposo, soprattutto nel periodo in cui le giornate sono trascorse interamente al mare, fra giochi nella sabbia e bagni ripetuti.

Particolare attenzione devono prestarla anche le persone che a causa di malattie croniche, assunzione costante di irrinunciabili farmaci ed età avanzata, hanno una debolezza oculare maggiore di altri e una degenerazione della retina più probabile.

Occhi sani e belli con gli integratori giusti

Per la salute oculare è importante la vitamina A ed i carotenoidi ne aumentano la quantità all’interno dell’organismo. La zeaxantina è indicata come il più potente fra i carotenoidi, così da considerarla una molecola fondamentale come supporto alla protezione degli occhi sia per la sua capacità di attraversare la barriera emato-retinica e di proteggere la macula, sia per la sua azione antiossidante.

Non meno importante è la luteina, carotenoide consigliato nel periodo estivo proprio per la sua capacità specifica di tutelare gli occhi dai danni dell’esposizione prolungata ai raggi solari e per la sua azione antiossidante.

Leggi anche:

ginkgo biloba
Integratori alimentari a base di ginkgo biloba proteggono la microcircolazione dell’occhio © Ingimage

Anche un buon integratore di ginkgo biloba o mirtillo aiuterà a mantenere la microcircolazione efficiente, così importante per il buon funzionamento del meccanismo visivo.

Non devono mancare vitamina C, picnogenolo e vitamina E, antiossidanti per eccellenza, oltre a sali minerali quali zinco, rame, cromo e selenio.

Alimentazione sana e buona idratazione

Se seguiamo una corretta e varia alimentazione, probabilmente stiamo già assumendo tutte le sostanze utili che servono come sostegno agli occhi.

Nella stagione estiva abbiamo a disposizione una grande varietà di frutta e verdura ricca in carotenoidi: pensiamo ai frutti rossi oppure alla frutta di colore arancione, alle verdure di stagione quali piselli, zucchine, peperoni, pomodori; oltre alle verdure a foglia verde come spinaci, lattughe, cicorie o basilico, che contiene vitamina A. Cerchiamo di consumare più pesce ricco in omega-3 e le uova per l’alto contenuto di luteina.

Leggi anche: Cucina estiva, idee di ricette fresche e veloci

Frutta e verdura
La frutta, la verdura e il pesce contengono molti dei nutrienti essenziali per mantenere gli occhi in salute © Ingimage

Quindi via libera a frullati di frutta e verdura, centrifugati e/o ricche insalate dove possiamo veramente dare sfogo alla fantasia e al gusto personale. Ricordiamoci inoltre di bere a sufficienza, tenendo comunque presente che la frutta e la verdura sono ricchissime di acqua.

Articoli correlati