Key energy 2018, per dare un futuro al Pianeta serve l’energia giusta. Se ne parla alla Fiera di Rimini

L’energia pulita e la mobilità sostenibile sono la chiave per assicurarci un futuro. Se ne discute a Key energy, alla Fiera di Rimini dal 6 al 9 novembre in contemporanea con Ecomondo.

Il riscaldamento globale non è più argomento di nicchia. È una minaccia concreta che rischia, nel giro di soli dodici anni, di lasciarci un Pianeta del tutto diverso da quello che conosciamo ora. È diventato un titolo degno della prima pagina, un tema da affrontare in prima serata nei programmi televisivi. I cittadini compiono scelte sempre più oculate e pretendono lo stesso dai governi. Il cambiamento risulta evidente. In treno, una studentessa alza gli occhi dal libro e rimane abbagliata dalle file di pannelli solari che scintillano sui tetti delle case: l’Italia è al primo posto in Europa per contributo del fotovoltaico al mix elettrico nazionale.

Passeggiando mano nella mano sul lungomare di San Benedetto del Tronto, una coppia si ferma ad osservare un cestino che inghiotte i rifiuti nelle acque del porto: è un Seabin, dispositivo che consente di raccogliere perfino le microplastiche. Pedalando verso casa, un abitante di Amsterdam scorge un gruppo di turisti che, a bordo di una colorata imbarcazione elettrica, calano i loro retini nel canale per recuperare sacchetti e bottiglie galleggianti.

Amsterdam Plastic whale turisti pescano plastica dai canali Key energy
Ad Amsterdam i turisti si trasformano in pescatori di plastica © Plastic whale

Prenderci cura della Terra è necessario se vogliamo garantirle (o garantirci?) un futuro, ma costituisce al tempo stesso una grande opportunità: salvare il clima significherà creare 24 milioni di nuovi posti di lavoro. Nel nostro paese, il segmento della bioeconomia genera un giro d’affari di 253,8 miliardi, di cui più della metà è prodotto dal settore alimentare, come riporta Il sole 24 ore.

Key energy, punto di riferimento nella transizione energetica

Il 96 per cento degli italiani è convinto che si debba investire nell’energia da fonti rinnovabili e nel potenziamento del trasporto pubblico. Questi obiettivi, quelli che più stanno a cuore a ciascuno di noi, verranno discussi nell’ambito di Key energy, il salone dell’energia e della mobilità sostenibile. Organizzato da Italian exhibition group, è l’appuntamento di riferimento nell’area mediterranea su queste tematiche e richiama ogni anno centinaia di espositori alla Fiera di Rimini. Vi aspetta dal 6 al 9 novembre.

La transizione dalle fonti fossili a quelle rinnovabili è indispensabile per tagliare le emissioni di anidride carbonica, tanto che la Strategia energetica nazionale prevede investimenti cospicui nel settore dell’energia pulita. Key energy si propone di diventare un punto di riferimento in questo percorso e di dare visibilità agli operatori dell’eolico, alle tecnologie solari più innovative, ai sistemi di accumulo, alle soluzioni per l’efficientamento energetico e l’uso intelligente delle risorse in ambito industriale.

key energy ecomondo fiera di Rimini
Key energy ed Ecomondo si tengono alla Fiera di Rimini nel mese di novembre © Italian exhibition Group

Scegliere le fonti rinnovabili è indispensabile per limitare il riscaldamento globale

“Dobbiamo cercare in ogni modo di tenere il riscaldamento globale al di sotto dei due gradi. Quel mezzo grado sembra poco, ma può fare la differenza tra la vita e la morte per decine di milioni di persone. Nel nostro piccolo possiamo fare molto: spostarci con i mezzi pubblici, scegliere di utilizzare energia rinnovabile. Comportamenti come questi valgono quanto le azioni dei governi”, racconta Simone Molteni, direttore scientifico di LifeGate.

A Key energy si cercherà di fornire una risposta alle domande dei consumatori che sognano case sostenibili, ma anche città più vivibili e per questo sono interessati all’acquisto di auto elettriche, ma nutrono dei dubbi riguardo a determinate questioni come lo smaltimento delle batterie.

Insieme a Key energy vi aspetta Ecomondo, la fiera dell’economia circolare

È dal 1997 che a Rimini si parla di sviluppo sostenibile. In contemporanea con Key energy si tiene quella che un tempo si chiamava Ricicla, ma oggi conosciamo come Ecomondo: è la fiera leader dell’economia circolare nell’area euro-mediterranea. Quest’anno è giunta alla ventiduesima edizione e gli espositori sono arrivati a quota 1.200, distribuiti su 113mila metri quadrati.

È l’occasione per conoscere le aziende e le start-up che si dedicano alla sostenibilità, per partecipare agli Stati generali della green economy con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, per vedere con i propri occhi un modello di città sostenibile e per parlare delle tematiche che più importano a chi desidera un mondo più sano: riciclo, corretta gestione delle risorse idriche, soluzioni di prevenzione per il rischio idrogeologico e i principali rischi climatici, le inondazioni e l’erosione delle coste.

LifeGate per Ecomondo

LifeGate è presente ad Ecomondo con una lounge dove si alterneranno ospiti di rilievo per discutere di resilienza, dell’importanza di ridurre il consumo di plastica, della mobilità del futuro e dell’economia circolare. “Molto presto la green economy non potrà accontentarsi di gestire la materia prima: si tratterà di ecologia mentale, cioè bisognerà imparare a gestire la proprietà intellettuale e la condivisione delle conoscenze”, ha dichiarato Fabio Fava, coordinatore del comitato scientifico e tecnico di Ecomondo, al Sole 24 ore. L’obiettivo primario di LifeGate alla fiera è proprio quello di informare, sensibilizzare, far sì che tutti siano consapevoli dei problemi esistenti ma, soprattutto, delle soluzioni disponibili.

Key energy si tiene dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini in via Emilia, 155

Articoli correlati