La dieta depurativa

Risveglio lento, testa pesante, bocca amara, stanchezza e irritabilità , forse è ora di una dieta depurativa.

E’ tempo di dieta depurativa? La tradizione mediterranea vegetariana rappresenta l’approccio migliore per realizzare questo proposito. La dieta tipo dovrebbe apportare circa 1000-1200 kcalorie giornaliere, promuovendo l’eliminazione delle tossine accumulate dall’organismo nel corso dell’anno e interrompendo il circolo vizioso che si viene a creare quando l’organismo si sovraccarica, a causa di un’alimentazione non corretta, dello stress o dell’inquinamento ambientale.

La dieta proposta, della durata di 15 giorni, si basa su uno schema alimentare settimanale che si ripete una o due volte a seconda della gravità dei casi; è di tipo vegetariano per la prevalenza di alimenti di origine vegetale, come cereali integrali, legumi, ortaggi, frutta e olio di oliva extravergine pressato a freddo, tutti biologici.

La carne e i suoi derivati sono esclusi perché incompatibili con la natura depurativa della dieta; esclusi anche pesce, uova e formaggi. Tra i derivati del latte sono permessi solo lo yogurt naturale magro, la cagliata fresca, la ricotta e il latticello biologici, alimenti le cui proprietà depurative sono conosciute fin dall’antichità.

Il sapore degli alimenti viene esaltato dall’uso regolare delle erbe aromatiche, che consente anche di ridurre il consumo giornaliero di sale. Si raccomanda in particolare l’uso di salvia, rosmarino, timo, maggiorana, origano, prezzemolo, peperoncino, zenzero, aglio e cipolla. L’olio, pressato a freddo, è sempre aggiunto crudo agli alimenti.

Dieta tipo:

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica

Giulia Fulghesu psicologa e dietista

Altre notizie

I 14 cibi che fanno sembrare più vecchi

Trecce all’isolana

Rosmarino e origano come farmaci per il diabete

Altri temi in questo articolo

Iscriviti subito alla newsletter settimanale!

Commenti